KAˈTABAZI

musta_aurinko1

RI-PUBBLICO IN AFFINITÀ EGOISTA-DAL MIO AFFINE DI SANGUE E-NICHILISTA EGOARCA-“ORKELESH”

Instabile e temporaneo.

Si dischiude nella percezione del mio sguardo.
Scalo “passi” che occlude Ora- la discesa.
È una prova, la vita estrema è una “prova”.
Che pensate, voi ottenitori della pace della mente?
Pensate poter usare un “lemma” radicale, per poi..che “poi”?

La ricerca verso l’estremo è la radicale salita verso il discendere della morte.
Sprango il cancello del sogno, di una chimera che è adunca e ritorta.
L’ami forme esalare di un respiro, non soggiacente, ispira il mio “pensare”.
Vago, il percorso non è mai uniforme, un passo dopo l’altro, è mi ritrovo nel peggiore dei miei incubi: di vita?

Il miraggio che l’utopica “verità” sia la vera e feconda verità, vissuta nei secoli dei secoli.. [amen].
Sputo bile e inspiro pezzi di “visione”, che perturba il complesso e arduo persistere di variazione.

Il gusto amaro che la mia lingua percepisce come “senso”, è l’occulto presentimento della discesa verso le vette dell’Ade.
Cos’è la coscienza? Mi permette di rivoltare il “senso della storia”?
La metafisica dell’uomo parla dell’autentica verità, del passare dalla storia, e di un tempo attraverso il trascorrere di quello che è stato vissuto.
Tutto continua, senza nessuna mutazione, senza che l’arco della vita, sia spezzato e fatto a brandelli, dalla più grandiosa Idea “mai” pensata..la caduta del tempo nel vuoto del Nichilismo.

La radicale ascesa nel discendere del vuoto del Nichilismo, è la mia prova, il mio sperimentare, nessuno può fermarmi, la mia percezione vuole prendere a pieno quello che mi destabilizza, l’estremo ricercare la radicalità..è vita “vivere” senza ricercare? La vita è una prova.

Voglio, anelo al Terrore, il Criminale Terrore, checché ne dica “il ben pensante” (e anche i “paraculi”), che affermano la loro sentenza di redenzione!

Voglio, aspiro a “ciò”, sono ossessionato, bramo e sento un brivido, nel colpire il “valore” e l’ordine etico del mondo!
Voglio colpire l’“hombre moral e hombre genérico”, instabilità -Essere Egoista.

Dove sei “sentimentalista dell’uguaglianza”? Dove ti nascondi? Sotto il manto di una visione univoca, promosso nel valore della “verità”.
Discendo e ascendo, aspiro l’odore dell’inferno, mi aspetta, ha aperto il suo ordine segreto, esoterico.
Ave Ade! Ave Kerberos!

Orkelesh

 

(Visited 16 times, 1 visits today)