IL DESTINO DELL’UOMO SULL’ABISSO DELLA VITA

 ABYZ

«Quei pensatori in cui tutte le stelle si muovono in orbite cicliche non sono i più profondi; chi scruta entro se stesso come in un immenso spazio cosmico e porta in sé vie lattee sa anche come siano irregolari tutte le vie lattee: esse conducono dentro al caos e al labirinto dell’esistenza» (Gaia scienza 322).

Il pensiero di Nietzsche,si presenta come un’esasperata polemica contro ogni forma di conformismo borghese, in un attacco soprattutto al mito nazionalistico della necessità del progresso lineare, ma vuole essere anche risposta agli incontri che più lo hanno provocato (da Schopenhauer a Wagner), fino al serrato confronto col cristianesimo, di cui Nietzsche avverte il fascino non tanto degli aspetti dogmatici quanto della persona stessa di Cristo.

Continue reading

DIFFERENTI REAZIONI AL NICHILISMO

Risultati immagini per black uroboro

Volendo parafrasare la citazione dallo  Zarathustra, che chiude il paragrafo precedente,potremmo dire che l’esistenza ha un senso solamente perché noi ne abbiamo creato uno. Senza tale processo creativo, l’esistenza sarebbe vuota, dunque, priva di significato e di valore. In questa radicale mancanza di senso dell’esistenza e, perciò, nella scoperta che lanostra vita poggia sopra un abisso (l’ Abgrund come assenza di fondamento,Grund ) risiede ilcarattere tragico del nichilismo.

Continue reading

THE DEMON’S INTONATION

INTDEM

For Nietzsche in Thus Spoke Zarathustra, our focus on the past explains the reference to our concern with ourselves, with the stone fact, the ‘it was,’ the musing, brooding preoccupation on the past that is also the poison of ressentiment. Let’s spell this out a bit further by again recalling what Nietzsche’s aggressive demon says in The Gay Science:

Continue reading

IL SIGNIFICATO ONTOLOGICO DELLA VOLONTÀ DI POTENZA II

ONTOLOGIA NEGATIVA

L’annunzio che sta tanto a cuore ad Heidegger è la verità dell’essere come svelatezza; in tal senso l’uomo non deve discorrere dell’essere nei termini della correttezza o corrispondenza ma piuttosto di ricerca, di comprensione, ma anche di falsificazione, di ratto del senso, di persuasione.

Continue reading

IL SIGNIFICATO ONTOLOGICO DELLA VOLONTÀ DI POTENZA

ONTOLOGIA NEGATIVA

 

 

 

 

 

 

Come anticipato il concetto di volontà di potenza rappresenta l’elemento fondamentale di tutto il progetto filosofico nietzscheano; prima di passare, però, ad analizzare quale ruolo esso svolga nella concezione nietzscheana dell’essere come processo interpretante, è necessario rispondere a un quesito fondamentale nell’economia di questa ricostruzione: la volontà di potenza è da comprendere come una asserzione genuinamente ontologica, e, in caso di risposta affermativa, il suo corrispondente interpretare è, quindi, da concepire come processo dell’essere?

Continue reading