CAOSOFIA (ORDINE MISANTROPICO LUCIFERIANO)

https://abissonichilista.altervista.org/wp-content/uploads/2018/08/Liber-Azerate-Il-Libro-del-Caos-Iracondo.pdf

https://ia801300.us.archive.org/4/items/liberazerate/Liber%20Azerate.pdf

Il caos è un piano pan-dimensionale che ha una quantità infinita di spazio e tempo. A differenza del Cosmo, che consiste solo di tre dimensioni spaziali e una dimensione temporale.

In confronto alla dimensione lineare dello spazio e del tempo nel Cosmo, il Caos è eterno e quindi non si limita a una dimensione temporale.

Il Cosmo è causale; limitato alla legge di causa ed effetto, mentre il Caos è Acausale (oltre al causale) e privo di restrizioni.

Il Caos è una formazione costante, un’eternità attiva e dinamica.

Il Caos era, il Caos è, il Caos è tutto e niente allo stesso tempo.

In questo modo, il Caos è l’unica vera libertà ed essenza oltre ogni forma. Tutte le possibilità esistono nel Caos infinito e tra queste c’era anche la possibilità di origini cosmiche e temporali.

Parte del Caos che circonda il Cosmo è anti-cosmico, perché la sua natura è pan-dimensionale e senza forma, rendendo il Caos l’esatto opposto della forma limitata causale della struttura cosmica.

Ecco perché il Caos che invade lo spazio, distrugge, assorbe e dissolve il Cosmo e le sue strutture limitate, è il Caos amorfo e infinito, che è l’inizio e la fine di tutto.

Il Caos può essere trovato in tutte le cose, nella più grande e nella più piccola.

Il Caos è presente in tutti gli universi.

Esiste nel nulla assoluto, il nulla che nessuno può immaginare.

Il Caos è sia dimensionale che privo di misurazioni.

È Temporale e Atemporale, lo spazio e la dimensione dello zero.

È l’inizio di tutto e tutto è stato creato dal Caos. Tutto è là fuori, e questo Tutto, è allo stesso tempo Niente.

Il Caos ha un obiettivo e la sua creazione, che con il suo potenziale illimitato Crea e Distrugge.

Il Caos è la dimensione dello zero, senza spazio, nulla e l’inizio di tutto.

Zero è la dimensione che contiene la dimensione di tutto ciò che è manifesto e non manifesto.

Il Caos è sviluppo eterno e formazione senza legge, ciò che non ha lo spazio limitato per contenere la sua forma illimitata.

Il Caos è senza legge e quindi non è vincolato dalla causalità, dalla stabilità e dallo spazio limitato delle strutture cosmiche.

Dal punto di vista Caos-gnostico, l’illegalità è libertà senza limiti al di fuori delle catene del Cosmo.

L’Evoluzione è un mezzo per accelerare tutto, per tornare al Caos, mentre la stagnazione è un modo cosmico per mantenere tutto nella sua forma limitata, abitudinaria e strutturata.

La Fiamma Nera è il Fuoco Acausale, che è l’essenza “spirituale”, dietro e oltre le forme causali della coscienza umana. È il nostro legame con l’essenza primordiale che è il Caos.

Il nostro “Io” (ego) è formato dai limiti del cosmo, mentre il nostro “Vero Io” (Sé) è la pienezza di tutta la nostra forza Acausale, che va oltre la forma umana o qualsiasi restrizione. Pertanto, il “vero sé” è identificato come la forza oscura e nascosta che chiamiamo la Fiamma Nera Interiore.

Il “Sé” è il punto focale del “Vero Sé”, che si connette (si identifica come fili di collegamento) con il “Vero Sé” oltre il Cosmo.

L’io è la nostra mente mondana, mentre il “Vero Sé” / Spirito / Fiamma Interiore esiste oltre le porte dell’inconscio.

Di conseguenza, il “Vero Sé” è un’essenza oscura e nascosta che ci collega al Caos primordiale. È guardando l’abisso del Sè che possiamo trovare le porte del Caos.

Accedendo al portale inconscio del Sé Acausale (Azoth), possiamo accrescere l’autocoscienza della nostra esistenza e dirigere la concentrazione dell’Io verso la fiamma del Caos interiore e creare una sintesi tra l’Io e il Sé.

Questo, a sua volta, aumenterà la corrente di ingresso Acausale nel piano causale della coscienza (Atazoth), fornendo l’apertura degli occhi del drago e rilasciando il “Vero Sé” Pan-dimensionale. L’estremità Inferiore (Spirituale) del pentagramma satanico simboleggia il “Vero Sé”, che è limitato e represso dalle quattro formazioni elementari che simboleggiano il “Sé” (Ego).

Quando dirigiamo i quattro elementi per l’assorbimento spirituale della Fiamma Acausale del “Sé”, restituiamo il “Vero Sé” al “Vero Sé” esterno, liberandoci e diventando tutt’uno con l’Eterno Caos.

Il ritorno alla fonte dell’Acausale può essere realizzato solo attraverso la vera conoscenza di sé (Gnosi), che può essere raggiunta attraverso l’esperienza reale all’interno della forza dell’Acausale pan-dimensionale.

0 (Zero) è il simbolo del Caos come la dimensione zeroth, mentre 1 (Uno) rappresenta la forza formativa e contrattile che ha creato il Cosmo.

Tutti i numeri da uno a dieci sono le diverse fasi dello sviluppo della causalità, raggiungendo il loro punto più alto a dieci. Dieci è la perfezione cosmica.

Questo numero rappresenta la legge, l’ordine e la forma di un circolo vizioso che racchiude in sé una parte del Caos primordiale.

Dieci è l’ego e la soppressione dell’Acausale e del “Vero Io”.

Il numero undici, che è anche il numero del Caos, simboleggia ciò che è oltre dieci (al di fuori del Cosmo), undici è l’illegalità, la libertà e l’assenza della forma del circolo pestilenziale chiuso.

Undici è la porta dell’abisso, è un modo per superare le forme causali.

Pertanto, il numero undici rappresenta la conclusione, l’evoluzione anti-cosmica e l’introduzione dell’oscurità nascosta e della forza Acausale. Il Pentagramma Spezzato con i suoi undici angoli e il Portale delle Tenebre, è il sentiero e la porta della libertà Acausale, che deve essere cercata al di fuori dei limiti del Cosmo.

Il Drago è il più antico simbolo del Caos.

Il Caos pre-cosmico (Caos Primordiale) è rappresentato dal drago Tiamat, mentre il Caos post-cosmico (Caos Iracondo) è rappresentato dal Drago Nero Hubur.

Trasportando il Drago Nero/Fiamma Acausale conosciamo noi stessi, aprendo in questo modo le porte al Caos!

Ave al Caos!

image_pdfScaricare PDFimage_printStampare testo
(Visited 125 times, 1 visits today)