FARE UNA BOMBA NELLA CUCINA DI TUA MADRE…(MISANTROPIA ATTIVA ESTREMA)

Pubblico il testo “Fare una bomba nella cucina di tua madre”, già presente sul numero 5 della rivista misantropica nichilista “KH-A-OSS”. L’importanza che do a questo testo, essenzialmente, è che si sprigioni il Kaos Terroristico, la misantropia, la distruzione, attraverso le azioni, e gli attentati; in maniera prettamente individuale, personale, egoistica. Questo periodo storico, è quello “giusto”, perché si inclini e cada la bilancia della morale, tutte le morali, politiche e sociali, è che l’individuo da solo o in gruppo, agisca, disinibito, rispetto a tutti i dibattiti intercorsi, che alla fine non cambiano nulla…il Kaos Terroristico sta inclinando rovinosamente la bilancia della morale! Agiamo e attentiamo misantropicamente per quello che odiamo, per amare Noi stesse/i!

Ghen

______

Esistono due tipi di esplosioni: Primo: l’esplosione chimica. Questa esplosione causa una grande pressione che uccide gli esseri viventi entro un certo raggio. Esempi sono tutti gli esplosivi di grado militare come TNT, C4 e RDX.

Secondo: l’esplosione meccanica. Ciò avviene dalla combustione di un materiale infiammabile all’interno di uno spazio ristretto. Un esempio è mettere polvere da sparo dentro un tubo di ferro con una piccola apertura sufficiente solo per una miccia. Quando la polvere da sparo viene accesa, una grande pressione deriva dalla polvere da sparo che si trasforma in gas e che provoca l’esplosione del tubo di ferro, trasformandolo in una granata che vola ad alta velocità.

PREPARAZIONE DELL’ORDIGNO ESPLOSIVO

1. Sostanza infiammabile
2. Lampada decorativa (normalmente utilizzata per alberi di Natale)
3. Tubo di ferro

A. Preparazione della sostanza infiammabile

Questa sostanza è una miscela di due ingredienti:
– La sostanza trovata nelle capocchie dei fiammiferi
– Zucchero

B. Come estrarre la sostanza infiammabile:

1. Batti leggermente la testa del fiammifero con qualsiasi cosa (qui, abbiamo usato un tubo) per rompere la sostanza infiammabile.

2. Macina la sostanza e filtrarla per ottenere una polvere fine.

3. Nella foto vedrai la polvere fine e, devi aggiungerci zucchero equivalente a ¼ della sua quantità.

4. Mescola le due sostanze finché diventano uniformi nel colore.

C. Preparazione della lampada decorativa

Procediamo a rompere la parte superiore della lampada riscaldandola. Dobbiamo assicurarci che il filamento non si rompa. Il filamento è la parte, quando l’elettricità lo attraversa, che brilla e che produce luce.

1. Riscalda la “testa” della lampada finché non diventa nera.

2. Mettere la lampada immediatamente nell’acqua mentre è ancora calda.

3. Colpire la punta della lampada, che si deve rompere.

D. Preparazione del tubo di ferro:

– Praticare un foro nel tubo

– La seconda immagine mostra come è il tubo dopo aver praticato un foro.

E. Preparazione finale dell’ordigno:

1. Versare parte della sostanza infiammabile nella lampada. Fare questo delicatamente per non strappare il filamento, che è molto sensibile. Il dispositivo non esploderà se il filamento è strappato.

2. Inserire la lampada nel tubo con i fili sporgenti.

3. Riempire il tubo con la sostanza infiammabile. Si deve evitare di buttare qualsiasi sostanza sulle parti del tubo in modo che non si accenda quando si chiude il tubo.

4. Avvolgi il nastro attorno al tubo per chiudere il foro praticato nel tubo lasciando i fili in maniera che sporgano. Il nastro attornierà i fili – chiudendo eventuali spazi vuoti nel foro del tubo – e non li avvolgerà.

È possibile sostituire la sostanza infiammabile estratta dai fiammiferi con polvere da sparo utilizzata nelle cartucce. Puoi anche usare la polvere dei fuochi d’artificio.

Nota: non è necessario utilizzare una sola sostanza. Puoi mescolare la sostanza con fiammiferi, polvere da sparo e fuochi d’artificio, ma quando emerge, deve essere mescolata bene.

image_pdfScaricare PDFimage_printStampare testo
(Visited 540 times, 1 visits today)