FRANGERE III-SUL TERRORISMO INDISCRIMINATO E IL MISANTROPISMO-ARCA (Edizioni Nichilistiche “Ávyssos”)

Ricevo e pubblico dagli Affini delle “Edizioni Nichilistiche “Ávyssos”, un nuovo testo/opuscolo del fondatore del Terrorismo Nichilista, “Nechayevshchina”!

Ghen

http://avyssos.altervista.org/frangere-iii-sul-terrorismo-indiscriminato-e-il-misantropismo-arca/

“Ti prego di essere sempre calmo e retto, corretto e coerente, sappia approfittare l’esperienza delle sofferenze sofferte, non credere a tutto quello che ti dicono, cerca sempre la verità prima di parlare, e ricordati che non basta mai avere una prova per affrontare un ragionamento. Per essere certo in un ragionamento occorrono tre prove, e correttezza e coerenza. Vi benedica il Signore e vi protegga. “

Bernardo Provenzano

E mentre il Mafioso Bernardo Provenzano, all’epoca Capo di “Cosa Nostra”, nella sua infinità saggezza(mentre prima veniva chiamato “il trattore”…cioè spazzava via i nemici dove passava, vedesi “Strage di Via Lazio” a Palermo[1]), consigliava di cercare sempre la verità e tre prove, le società morali, dettano il ritmo e l’argomentazione del valore delle cose che succedono nel tempo, dando un senso totalizzante e univoco, arrancando verso un livellamento semplificato, affrontando l’argomentare “così per..”, tanto per scrivere qualcosa di poco significativo, senza però arrivare a un punto focale, a qualcosa che possa risultare il senso profondo di cercare le viscere dello scontro, di attaccare “veramente” il nemico demoniaco e amorale.

Naturalmente alle anime pure, profondamente sociali, egoisticamente cosi sommariamente da sociologo, darà fastidio la citazione del Capo di “Cosa Nostra”, perché, sai il Mafioso, è sicuramente la mano armata dello “stato-capitale”, è cattivo, non è su un piano materiale “umano”, è una bestia eccitata sempre e solo di sangue, traffica in droga…

Prendo “spunto” dallo sprofondare nel pantano della società decadent, come fonte di Dibattito Amorale,la dove, c’è ne bisogno, in un mondo oramai prostrato dalla decadenza e anche dalla senilità di movimenti come quello anarchico moderno, avvicinatosi pericolosamente alla sinistra ufficiale…

Come mai per esempio a certi fasci-criminali riescono certe cose- con questo intendo che agiscono con uno specifico modus operandi criminale- e agli anarchici moderni no? [2]

Siamo in un Era, in cui si ricerca l’uso del detto latino “Ad Hominem”, nascondendolo da frase affermativa, per poi negarla al fondo della coscienza, ma noi sappiamo che sono parole e asserzioni, che ricadono direttamente nella rabbia cristiana, che sappiamo essere quella degli schiavi.

Ricordo, infine, che questo testo, è fatto di sangue e carne, sperimentazione fisica e mentale, che trascende il “pensiero materiale”, in un Attacco Solipsistico e Nichilistico alla società…

Inoltre, è un testo, che seppur inizialmente in uscita in versione elettronica, è di Tendenza clandestina e illegale, perché se in uno scritto come questo, viene meno l’idea criminale delle parole espresse, dell’illegalismo diffuso,e la negazione dei codici penali, allora tutto si riduce a un espressione para-politica o riduttiva e idealista..

Non solo l’Attentato esprime un atto illegale e criminale (per chi si considera tale), ma anche la parola, un testo,un blog, la musica, un video…

-Terrorismo Indiscriminato:Guerra alla realtà e alla razionalità!

“La strada è il mio mondo, e il mondo reale con cui ho a che fare ogni giorno, Credimi … se comincio a uccidere persone non rimarrà nessuno di voi ”

Una società ordinata, calma, con un respiro preciso, immagini didascaliche che proiettano il bello e la fortuna nel viverci, che danno-e a cui si deve dare- il controllo nel desiderio di dominio sull’altro, sulla persona che passa accanto, e che noti, con la coda dell’occhio- occhio oramai abitudinario- in cui esprimi il controllo della mente, controllo dell’immagine proiettata dall’immanente, senza che si possa estrapolare quel magma indescrivibile che si sente dentro, fino al fondo della propria “coscienza”.

Sentite bruciare dentro qualcosa?

No, non è qualcosa di cumulabile con il pensiero, no non è la “cosa” che esprime controllo e vigilanza, induzione a fermarsi quando la “ragione” dice basta, è la bestia demoniaca che artiglia la nostra gola, che distrugge la “scimmia” dell’assuefazione sulle nostre spalle, e provoca spasimi di morte, senza che alcun conduttore narcotico, possa farci eccitare chimicamente.

Senti l’eccitazione della battaglia e della morte dell’avversario su questa immonda società?

Il Terrorismo Indiscriminato che avanza, nelle sue forme Particolari, ha distrutto il ponte dell’opacità razionale, del buono e del giusto, del conduttore di strade simili ad altre, di percorsi fondati sul rispetto del prossimo, della democrazia e la logica, dell’empatia e della socialità…

Assistiamo a un progredire di spettri, deformazioni di un passato- che esattamente appartiene ai morti- che prende solo per dare un imitazione, sembra voglia solo e sempre citare Individui che effondevano respiri di sangue e veleno, che non appartenevano al mondo che ci vogliono imporre, come mondo giusto, che deve fondersi ingurgitando quello “inconoscibile”, e negandolo a chi non crede alle apparenze.

Ecco, questi spettri imitano, sono solo dei citazionisti, ma attenzione! Moderni citazionisti in cerca di una connessione tra il passato e un presente che pullula di umanesimo.

E allora uno si chiede, ma che cazzo vogliono da Noi, Amoralisti e Terroristi Egoici?

Vogliono carpire, prendere appieno, nelle loro mani servili, quello che avviene dentro Noi, la distruzione istintuale, lo sprofondare in un abisso senza luce, la forza che ispira il nostro errare in mezzo all’umano, lo vogliono, desiderandolo, sono insomma dei gelosi risentiti, degli schiavi delle virtù altrui, e questo, a questo, dobbiamo stare attenti, gli schiavi sono un brutto nemico, se gli si lascia le “briglie sciolte”!

La Nostra è una Guerra senza ricorso contro la realtà e la razionalità, uno sterminio dei valori caduchi, che cadono a ogni Attentato, che produce paura e desiderio di pace..

La Nostra Guerra Amorale, sprona ogni limite, ogni fine imposto dal valore razionale, e porta a sbavare per l’annientamento dell’avversario, del societario, dell’umanista. Un infinità di Egoismi, che appartengono all’Amoralità Anti-politica, è che non riconoscono nessuna perfetta sintesi tra l’azione e la parola, non si devono coordinare su una base ideologica, che hanno un solo desiderio istintivo: distruggere i propri obiettivi egoici!

In questa infinità di Ego Assassini, che distruggono e si espandono come una spora maledetta, dimora la paura del razionalista, che si ferma a pensare a ogni piè sospinto: “se ci sfuggono, come potremo avere il nostro mondo eletto, la nostra società libera e eguale..?”

Come potete fermare questo magma che detiene il caos istintuale e vuole ammazzare altri ego, vuole annientare il sistema di derivazione artificiale della società, ed espandersi per incenerire il mondo dei valori?

Non si può!

Ordine che discende i margini costruiti su illusioni, illusioni edificate attraverso la ragione, utopie poste davanti ai cancelli della razionalità: ecco cosa combatte l’Amoralista, il Terrorista Anti politico, e lo fa esclusivamente per se, per arrivare a annientare il proprio obiettivo egoico, senza per questo chiedere a qualcuno cosa ne pensa, senza poter pensare di ottenere qualcosa di stabile o duraturo, vedendo la fiamma Nichilistica bruciare e risplendere, per poi morire e rinascere in un circolo dell’eterno ritorno….

Non c’è un modo fissativo, di colpire, per questo, tutto quello che succede al di fuori delle norme dell’attacco, fa paura al razionalista, lo sprona mentalmente a disinstallare una serie di segni interiori che possono provenire solo da quell’esterno, che è facoltà di pensare, di o della logica, che non spinge in avanti, ma si mette al centro del mondo materiale, attorniato da una serie finita di regole, cui prendere o ottenere il proprio risultato sicuro.

Il Terrorismo Nichilista è Solipsista, Occultista,Anti-umanista(anche nella negazione dell’uomo come, valore-concetto):

Tutto questo esprime il Mio desiderio di espandere il Terrorismo Nichilista, su basi a-razionali, che distrugga il nesso o unione tra l’atto logico e il suo supposto imprimere di stabilità.

Nel distruggere attraverso il Progetto Illegalista, nel depositare un ordigno esplosivo, nell’incendiare, nell’assassinare, il Mio Ego imprime e inietta particelle di Egolatria, ricerca l’attimo senza un fondamento sicuro, proietta lo spirito della guerra e della morte, sprona il limite insito al fondo di un baratro, per colpire, e colpire ancora, entrando in un mondo alieno alla normalità, “respirando” attraverso gli occhi quello che gli altri non vedono e mai potranno vedere, negando che ci sia una rappresentazione-in primis- esteriore di quello che sto vivendo, in un mondo, senza pareti compensative, e quando esplode il mio Odio, investe le carni e il corpo a me dato, lo sento,vomita l’inconoscibile, celato all’occhio altrui, tocca la pelle e gli arti, che si infuocano al contatto con l’aria arida della consuetudine.

Il Mondo ora non è più nulla, non ha più leggi vere o imposizioni, lo modello e lo forgio per quella che è la mia verità egoica, senza che ci sia nessuno che possa imporre qualcosa, e attacco perché voglio attaccare, godo perché voglio godere, distruggo perché voglio distruggere…il ponte del “bene e del male”, cade e frana e viene risucchiato dal vuoto nichilistico.

-Misantropo-Arca:La Passione che Odia Amoralmente!

“Fisso il tuo mondo debole dal lato più lontano dell’apocalisse
Il caos mi ha generato ora lo guido…
Gli infami post-umani si inchinano al mio idolo distrutto
Al fragoroso canto violento delle stelle rovesciate”

Sembra che in questo habitat umano, che suppura l’Ego Unico ogni qualvolta nasce qualcosa di Estremo e Vitale,Possente e Distruttivo, non si possa odiare, in nessun modo, senza essere messi sotto la “traccia” perfetta dell’ideologia o dell’idealismo morale.

L’Odio Misantropico, questo Odio Unico degli Unici, che sfida ogni legge e valore comune, è messo sotto il tallone del dualismo umanista, che ne vede sempre e solo una connessione materialmente diretta con il “fascismo” o la destra populista, insomma sempre sotto la solita trita e ritrita faccia del male razzistico e l’intolleranza;Odio Unico che non “capisce” che ogni essere umano, è un singolo, è una pietra preziosa sulla faccia di questa bella terra.

Per questo che l’anarchico moderno inserisce in maniera vaga e semplicistica il Misantropo Anti-politico, dentro il fascismo/nazismo. Devono aver scoperto che forse non solo i Terroristi Anti-politici, gli stanno sul cazzo, ma anche le centinaia di anonimi che colpiscono qualunque cosa gli capiti davanti…vero? È quando scrivo “qualunque cosa”, intendo in maniera indiscriminata, brutale, amorale,terroristica, e non per mero idealismo di facciata..

Mi ricordo che lessi qualche tempo fa “ ma perché incendiare delle macchine a caso, senza un nesso con una lotta sociale/insurrezionale…!?”

Eppure questa persona, era o si definiva in qualche modo “Anarchico Insurrezionali-sta” e non Individualista, che insomma, non dovrebbe voler vedere i fasti di una nuova società anarchica….no?

Eppure gli Insurrezionalis-ti di una volta, erano il non plus ultra dell’anarchico politico-idealista, se non c’era connessione con una lotta, che loro chiamavano specifica (anche se ho il dubbio che sapessero che significato ha questo termine), l’azione in se era vuota, non dava nessuna consistenza, non era promessa a nessuna rivolta/insurrezione, e per cui a volte si esclamava..”si non c’entra, questo è nichilismo..”

Poi vennero gli Anarco Nichilisti, e anche se non specificamente Misantropi, rigettavano dunque ogni futura società anarchica, agendo nel “qui e ora”, per distruggere le fondamenta di una società che conteneva i germi dell’autorità, dell’alienazione, del consumismo e di altre cose…

Non erano Anti-politici in nessun modo ( per questo ho scritto un testo in cui rimarcavo le differenze enormi con il Terrorismo Nichilista), ma sapevano vivere per il presente e negare un futuro che nessuno ha in mano:

Scontri per strada senza un fecondo nesso logico, spari assassini di uno o più Individui, senza risultare affiliati a una rete politica che possa fare dire “l’ha fatto esattamente per questo…”, sequestri e smembramenti di corpi per fini di vile denaro, in cui il razionalista inorridisce e pensa che il mondo in fondo in fondo non è cosi bello, agguati con incendi e bombe esplosive per fare prevalere un clan (clan attenzione, non specificatamente mafioso, ma anche informale, familiare, etc..) -dove c’è un po’ più di certezza, ma non si sa mai, qualcosa potrebbe essere “incertezza”:tutto vissuto per il prevalere di una parte sull’altra, nel godimento feroce e sanguineo, in cui sei Dio di te stesso…e in tutto questo lo spirito puro, debole, lacunoso una volta preso afferma sempre e solo “è una macchinazione dello stato, il solito delirio inquisitore, noi non c’entriamo…”

Il Misantropismo-Arca, non stabilisce nulla di certo, va a volte alla ricerca di una vittima e di un obiettivo, rivendicandolo o no, e a volte si trova davanti a qualcuno (in specie gli eroi), che deve essere abbattuto per la sopravvivenza personale, senza che si possa pensare nel fare delle differenze semplicemente metodologiche e valorizzate.

Il Misantropismo-Arca considera Superiore la sua Idea Sublime, e inferiore chi vive per codici e normative morali e giuridiche, senza per questo, far si che questi termini possano ricadere in una supremazia ideologica.

Per questo che nel caso Io promulga un Attentato con la mia Setta, vado alla ricerca di uno specifico obiettivo, a seconda del luogo-del momento e della scelta che si fa in tal caso. L’obiettivo-come dice la parola- è qualcosa che è stato scelto primariamente e in maniera premeditata, per colpire affondo la società dei normaloidi, in ogni forma si presenti davanti, senza contare se una cosa produrrà un ferito o un morto in più di quello che si vuole fare..perché il terreno di scontro, non ha sacre regole di ingaggio, ma solo la vita o la morte di un Uno sull’altro.

Ogni forma, significa che tutta la società che mi è davanti, non è solo colpevole, ma primariamente colpibile, perché affonda dentro le mie carni l’Odio Misantropico che vuole bruciare le ceneri di o delle condizioni della specie umana, ridotta a una specie di spettro maleodorante…

Questo spettro che passa accanto, riduce il Godimento nel respiro prolungato che faccio sul mio Ego, ed è per questo, che l’Odio è infine amore per me stesso…

È molto più semplice di quello che sembra, è un discorso infatti di istintività, che passo dopo passo, ha portato a ridurre il margine tra il chiedersi fino a dove si può arrivare e l’azione Terroristica Misantropica…

Non c’è nessun arrivo, non c’è nessuna soluzione, non c’è intermediazione, tra me e il mio obiettivo egoico, perché ho abbattuto quel ponte che mi teneva al margine del desiderio di Odiare, di Odiare quello che non permette di Amare me stesso, come altri Progetti Estremistici hanno abbattuto il ponte della morale e del rimorso, e hanno attaccato, per il loro istinto Egoico e per i loro Propositi specifici.

Per questo, che come sopra, l’anarchico moderno, schiavo di se stesso e dei suoi limiti, non sa cosa significa Odiare Amoralmente, ed è per questo che gli da fastidio che altri se ne fottano altamente delle scomuniche, degli ammonimenti, o delle blande minacce…

Qualche tempo fa, si è venuto a sapere di un attentato armato fatto da un individuo, a Macerata, che colpendo specificatamente persone “africane”, ha messo in moto un ondata mediatica di sdegno e riprovazione, per il ritorno di quello che si dice possa essere il “Terrorismo fascista”.[3]

Dato che i nemici del Terrorismo Anti-politico, sono sempre sul chi va la, per dare sentenze, e inseriscono la misantropia dentro un contesto razzista, voglio solo fargli leggere un esempio-non per imbastire un processo o a modo di giustificazione- no assolutamente, ma per rimarcare il baratro abissale, che c’è tra Noi e questo sopra e fargli capire che le generalizzazioni non servono a un cazzo, con chi ha le palle e l’attitudine del Proprio Progetto Estremistico che non mette la noiosa politica di mezzo.

Primo: Luca Traini è una persona totalmente dentro, non solo ai partiti politici, ma la sua azione è stata specificamente politica.

Secondo: L’azione eseguita – che a me non fa ne caldo ne freddo- ricalca i soliti valori comuni (e populistici), che io Nego.

Terzo: Avete mai scorto sui Nostri siti di riferimento, della Tendenza Antipolitica,negli Attentati o nelle rivendicazioni una bandiera italiana, messicana, cilena, etc? Sti cazzi!

Quarto: Avete mai letto nei nostri Egoici scritti, qualche nesso che possa fare riferimento alla nazione o il nazionalismo, al ritorno del cadavere di Mussolini o dei “Fasci italiani di combattimento”? Ma dove?!

Quinto: Luca Traini, marca si le sue differenze, ma ha fatto un attentato che era indiscriminato all’incontrario (cioè ha colpito a caso ma scegliendo una categoria precisa) : perché ha scelto le sue vittime in base al colore della pelle,e non ha colpito tutti quelli che secondo lui spacciano. Il suo discrimine è preciso come la sua scelta politica. Per questo che detiene il limite dei valori normativi e morali.

Per cui voi puri:

Avete mai visto un video o un immagine dove un Misantropo Antipolitico, fa il saluto romano? Idioti! Ahahaha

Il Misantropismo-Arca, non appartiene a nulla che possa, essere minimamente accostabile alla noiosa politica, non importa che il fascista di Macerata, abbia problemi sociali (anche perché ripeto non ne faccio un processo e non faccio il sociologo), lui l’ha fatto esclusivamente per un fine politico.

Se Io Odio la razza umana,come potrò averne per una determinata razza o ideologia?

Oh fare parte di un movimento(che stride parecchio con la Misantropia), che promulga un idea sociale e nazionale?

Il Misantropismo-Arca colpisce perché Odia la razza umana, perché sente dentro le viscere il desiderio di fondare un Progetto Estremista Antipolitico (non potrebbe mai essere un uomo comune), perché si sente attorniato da esseri che deambulano e producono valore solo per continuare a ripetere come massa, gli stessi meccanismi artificiali e morali, della società…

-Sono Il Mio Godimento: L’Orgasmo Nichilistico Attenta il divertimento razionale!

“Invoca l’odio – La rovina dell’uomo che celebro.”

Più il mondo è in declino, più l’Odio diventa amore per Me Stesso, più emergono critiche generalistiche e banali , più penso che questa società debba estinguersi rapidamente, per non patire ancora nel ricercare il vero verbo, la parola rilevata dai puri dell’anarchia che detengono la verità assoluta, che promuovono il decalogo di quello che si può fare- intentare e di quello che secondo loro è “male” e dunque non si può fare.

Ma gli Individui con I maiuscola, per caso pensate vi possano cagare così tanto?

E con “Individui” non intendo solo quelli delle Tendenze Terroristiche Estremistiche che sono a Me Affini, ma le decine e decine di Amorali, che colpiscono il sacro altare del bene e del male, con Attentati, sparatorie, assassini, distruzione, e morte…avanti per i Progetti Illegalisti Estremistici!

Il punto, in questione,è quello di come e perché Godere, rispetto al qualunquismo dal divertimento facile, di questa feccia.

Per l’Individuo Misantropo-Arca, per un Estremista, per il Terrorista Antipolitico,che non ha bisogno di nessuno che gli dica come Godere, non esiste un divertimento che deve essere perseguito, pena la scomunica dal circolo delle società varie, perché non gliene fotte assolutamente nulla,del divertimento artificiale.

Pensate che una parte degli anarchici in europa non partecipi agli avvenimenti chiamati “divertimento istituzionalizzato”?

C’è ne sono alcuni che si aggirano nelle “notti bianche”, simil-divertimento promosso dai comuni di numerose città, dove strusciandosi vicino ai muri, si sentono forse simili ai simili cittadini, e non solo, magari ci mettono un bel banchetto di libri, non dovendo probabilmente pagare tasse sulla merce esposta, o sul pezzo di terreno occupato, essendo che coerenti, hanno e usano amici istituzionali….e poi fanno le prediche agli altri?!

Ma non è questa la questione, per me possono anche sprofondare nel limbo dell’oppio, me ne fotto degli altri, so che ogni essere umano su questa marcia terra, quando gli conviene usa, il suo ego, per prevalere, per vincere, per ottenere, qualunque cosa, ma loro non lo ammettono, sai fanno le prediche, ma rimango dell’idea, che appunto essendo per Me, ogni uomo un egoista, io possa combattere la Mia Guerra Assassina contro altri ego…

Il punto nodale è sviscerare il Godimento Egoistico e rivoltare l’idea che qualunque individuo possa essere interessato per forza (ma anche solo influenzato…che per me è il nesso più complesso da affrontare, nel rigettare l’idea di divertimento generico) a qualcosa che lo faccia stare bene o sorridere.

Rivoltare e distruggere l’idea che l’individuo debba essere forzato sotto il tallone del divertimento generale, è promosso da me come Valore intrinseco alla Misantropia-Arca, perché solo distruggendo l’idea-basica e valorizzata del divertimento, possiamo fare nostro in maniera sublime la presa di possesso Terroristica, conquista dell’Ego- Centrico, che inspira per risucchiare i fondamenti generali e pacifici di questa società e li stritola nel suo vorace attacco annientante.

Quando un Misantropo-Arca si aggira nelle metropoli, in mezzo alla feste, i bivacchi, le mostre alternative, etc, quando sente spregio e derisione, per quello che sta vedendo, dai semplici comportamenti singolari a quelli totalmente di massa, significa che in quel momento ha superato l’influenza che la società gli ha imposto, non si sente solo, anzi, sente una forza immensa Nichilistica attraversargli il corpo e la mente, sente che quel pugno di codardi, vogliono stare in mezzo agli altri, solo perché sono attaccati come automi a un ordine imposto…

Una volta una persona mi disse: “ Ero in mezzo a mille persone, ma mi sentivo solo come un cane…”

Questa frase, è l’esempio, che l’uomo-comune, non sceglie per se, fa scegliere alla maggioranza, o alla maggioranza della sua minoranza, poco importa, non decide mai cosa lo fa godere o no…

Il Godimento Unico, non può essere mai paragonato, perché appunto è “Unico”, non segue il filo consequenziale di qualcos’altro, essendo specificamente la scelta di un Individuo, non ha nessi e connessi, con niente e nessuno, è solo esclusivamente nelle mani di chi lo promuove a se.

Una volta un Affine, aveva saputo, di una mostra di quelle che oramai va di moda, con dentro anche alcuni anarchici moderni, posta dentro un negozio in mezzo a un quartiere di quelli che alcuni ben pensanti volevano “gentrificare”, per renderlo plastica, bello, piacevole, luccicante, quello che una volta era un quartiere di spacciatori e criminali…

Questo Affine voleva insomma colpirlo, mettere un ordigno esplosivo con meccanismo a tempo dentro un cestino della spazzatura a ridosso, dell’evento, lo sentiva dentro le viscere, aveva il viso di chi sorride ampiamente, lo aveva già predisposto , no, non ci doveva essere nessuna rivendicazione, solo il suo Godimento senza parole…infatti a me non aveva detto, “ti interessa o no”, lo voleva fare lui e basta…

L’ordigno non esplose forse per un difetto tecnico,o chissà, ma il più grande acredine era il suo, perché la era passato, si era anche inserito giorni prima, per carpire il suo odio, e amava quella che doveva essere la sua azione Terroristica, perché ampiamente voleva godere, voleva distruggere il divertimento comune, per mostrare il volto della passività e perché così avrebbe amato se stesso, il suo narcisismo, la voglia di gloria, è perché no, anche un pezzo giornalistico..me lo disse, voglio leggermi, voglio che la mia azione venga scritta, io sono Amorale, me ne fotto dei “se e dei ma”.

Insomma, cari moralisti e puri, per questo affine quell’azione, quello che doveva essere un Attentato indiscriminato e allo stesso tempo selettivo, era quello che chiamate voi normalmente “divertimento”.

Su, non inorridite, noi Terroristi Nichilisti, abbiamo abbattuto la fallacia della fattualità, della definizione precisa delle cose che si possono fare o no, che si possono pensare o no, che si possono usare o no, che si possono percepire o no…

Infine il suo ridere era ampio, come a voler farmi percepire che ribolliva il sangue nel corpo, che quello che considerava “sorridere” nella società, per lui era totale passività, perché posta su un piano di relazioni determinate dalla società, artificiali, basate su una visione materiale delle cose:per questo odiava amandosi…

Inframezzo Attentativo

“La volontà di potenza, non raggiungerà mai un fine, poiché il suo obiettivo è quello di creare per distruggere, e distruggere per creare…”

Il Rituale di un Attentato Amorale, che scioglie i lacci regolamentati della “vita e della morte” che conosciamo, questo Rituale, è ben più di posizionare un ordigno esplosivo, è il magnificare lo spirito Misantropico che ha agito:erode, affligge, dolore al veto del limite razionale, limite, che imbevuto di ferrei comandamenti, non lascia mai spazio alcuno, all’eccitazione singolare e egoistica, anzi ne proibisce anche solo il pensiero, e decide che oltre non si può andare.

Il Rituale Nichilistico Attenta e abbatte il circostante, la “cosalità”, l’oggetto sistematico ( o “sistema della conoscenza”), che viene eretto dal santo giudizio della società, è che diventa prescrizione, da seguire, pena, la condanna all’inferno data agli anticristiani nietzschiani , agli assassini seriali, dei reprobi, agli schizofrenici Solipsisti, agli Amokläufe e gli Estremisti di questo mondo marcio…

Il Rituale Nichilistico Terrorista [4] affonda il legame che si ha tra le cose, la loro struttura, e chi la esegue e porta avanti, e dissolve come acido corrosivo le catene del pensiero comune, ed è per questo che in questo modo ogni Agire non è ricondotto a un preciso schema, dove un azione ha il significato di sabotaggio o è prettamente simbolica,oh viene incanalato nel terrorismo “tout court”, ma tutto questo si fonde è diviene un Progetto Misantropico contro l’esistenza intera, che colpisce senza un senso o valore ordinario , e non “a caso” (altro termine che esiste nel “sistema della conoscenza”), ma specificatamente selettivo e naturalmente indiscriminato.

Per questo che in questo inframezzo, vado a prendere degli Attentati successi nella Città Eterna, dove poter specificare cosa significa per Me, Colpire:

Roma nord, Fleming, quartiere di gente per bene, puzza di profumo con un costo esoso, fantastiche macchine roboanti, che sanno di euro fatti scivolare da una mano all’altra, per la totale agiatezza di chi sa come si vive….e vuoi mettere una palestra per fighetti dove poter alzare e abbassare il manubrio della macchina, che farà ingrossare quei muscoli cosi aggraziati?

Un giorno, come gli altri, degli individui, che passano davanti, a questa palestra, sentono un certo fastidio, e Odio ma per cosa, per quale motivo? Certo chi va in questa palestra ha la grana (magari non tutti, c’è chi imita), potrebbe dare fastidio a un proletario di Tor Bella Monaca, ma anche no, ed è per questo che invece c’è chi probabilmente abbatte differenze di vedute, suppellettili ideali, e colpisce incendiando, perché la palestra in questione, per essi, probabile, non ha un appartenenza di classe, ma apertamente di Odio, anche solo perché quella gente – anche se ha la grana- puzza di sudore maleodorante,e con questo è diventata “umana troppo umana”…

Attentato che ha le radici in un Odio Egoisticamente Sublime, dove una palestra, diviene ammassamento di pecore, dove ci sono degli schifosi valori di riferimento comuni, e comunque dove ci sono subumani…perché non colpire? Perché non colpire la “calma piatta” di luoghi come questo?

E cosi un massiccio incendio di una palestra di fighetti, da inquietudine, angoscia, non certezza: e ora, come facciamo, qual’è il nostro punto di riferimento (altro valore e assoggettamento al comune denominatore) affermano i finto palestrati..

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/roma_fleming_incendio_palestra-3299331.html

Quarticciolo, notte, quartiere popolare di Roma, se “sotto-sotto”, avevate pensato che il Mio interesse per un certo tipo di Attentati fosse di “classe”, vi sbagliate, perché come si legge, qua siamo all’inferno, rispetto alle ”altezze” del Fleming…

Quartiere attraversato dal grosso viale Palmiro Togliatti,tra Centocelle e Alessandrino, luogo dove gli autisti delle macchine non pensano abiti qualcuno,per cui, lo attraversano con indifferenza, come indifferenza hanno, per gli Individui che furtivamente girano attorno al quartiere, Criminali, che vogliono colpire, creare un “forte boato capace di squarciare il silenzio della notte”..

E qua siamo al punto focale, perché come ben scrivono gli infami giornalisti, quello che spande terrore, è l’esplosione, non il motivo per cui lo si è fatto, per cui si è agito (cioè, loro dicono, “idealisticamente), ma la sotterranea paura che rende un atto nel momento in cui distrugge la sicurezza e il sentirsi protetti dentro quattro mura, e pensare cosa potrebbe toccare loro dopo…

Un cabina per le fototessere? Una democratica cabina dove farsi foto da consegnare, obbedienti, all’ufficio di turno dell’anagrafe, all’impiegato ligio al dovere del cittadino…motivi idealisti? No “cari”, non pensate di cavarvela per trovare un giustificazione…

È questo che da fastidio al puro moralista anarchico, il motivo non sembra essere annoverato tra gli atti idealisti, e perché allora mettere un ordigno (che i giornali furbamente chiamano “petardo”), in una cabina per fototessere?

Perché il godimento ottenuto da questi Criminali, li porta a espandere il proprio raggio d’azione e a non fermarsi a dire “si no, no si”, ma a sentire dentro di se le viscere dell’espansione Terrorista, che colpisce ovunque, quando vuole e come vuole, e in primis colpisce luoghi consoni al normale vivere quotidiano…

L’Attentato è annoverato come Terrorista? Si, perché come ho scritto all’inizio di questo capitolo, nel momento in cui si agisce Amoralmente, non c’è più un nesso tra un atto di un tipo e un altro…come prima, sabotaggio o simbolico, in questo caso divengono Azione Terroristica..il Terrorismo deve avere delle norme certe? Deve fare morti da Uno a quanti umani? Deve colpire per forza e solo in mezzo alla folla? Deve mettere quanti chili di esplosivo e di che tipo?

Tutti questi sono elementi affini al Terrorismo Anti politico ma che non devono essere i “soli” componenti, perché, senno si scade in un assoluto, una verità totalizzante dell’agire colpendo con il Terrore..

Per cui, il Mio approfondimento e sperimentazione, mi ha spinto e mi ha fatto avanzare, nel distruggere un certa condizione di azione rispetto a un altra, attenzione: con questo non dico che tutte le azioni abbiano il marchio Terroristico..e questo perché?

Perché il marchio Terroristico lo da la specifica azione indiscriminata e selettiva, l’agire senza ideale, senza un motivo fondato ma per un Progetto Misantropico contro l’esistenza intera!

Ecco, consegno questa Mia sperimentazione a voi Amoralisti Seriali, la Misantropia Egoarca/Antipolitica è quella che ha fondato il Terrorismo che fonde i valori e li inghiotte in un baratro abissale…

http://www.romatoday.it/cronaca/esplosione-quarticciolo-cabina-fototessere.html

Panico e Terrore tra i dipendenti delle Poste, e i passanti, e chi va a pagare bollette e chi riceve soldi, in una Roma che sta subendo già: un altro ordigno era esploso in Via Laurentina. L’ordigno esplosivo questa volta tocca la zona/quartiere del Testaccio: vecchio quartiere proletario, ormai da anni adibito a residenza per fighetti e cazzoni pieni di soldi, (ma anche di base per Bande Criminali in passato o forse presente..), che – ma quando mai- possono pensare di svegliarsi con un bel botto? E invece, anche qua il Terrorismo Indiscriminato centra il punto focale:colpire dove si vuole e quando si vuole…

La procura di Roma, finalmente dice: “atto di terrorismo con esplosivo” …e cosi sia!

Un atto di Terrorismo, non ha bisogno per forza del peso dell’esplosivo, ma del metodo indiscriminato che si usa per colpire la società intera…

La caduta di questa eterno valore, che l’umano possa pensare che “esista”, viene abbattuto a colpi di sgomento, trascinandosi dietro l’incertezza, che anche un secondo prima, c’era tra chi acchiappa un bel affitto e chi lo paga, in un quartiere che puzza di prebende, non prestando idea per nulla, all’odore che sente nelle narici…L’Odio Egoista, dice mai, “Io ucciderò il proprietario della casa dove abito, perché lo voglio fare?” Alcune volte, poche volte…

E invece Criminali e Terroristi colpiscono e posizionano un ordigno esplosivo tra due macchine, davanti alle Poste centrali.

Di nuovo, l’uso della fraseologia determina un modo di pensare, che Io voglio annientare: “atto dimostrativo” secondo gli infami giornalisti: perché? Perché questo ordigno certo, voleva dimostrare al resto della società, che significa colpire indiscriminatamente, e non quello che la frase riportata sopra, determina. Ma fino a quando è il merdoso giornalista di turno a dirlo, va bene, chi se ne fotte, e invece quando il puro idealista ne fa le veci, che tutto questo puzza di paraculo e di politichese…

Colpire in mezzo a due macchine, non determina che l’atto non volesse colpire qualcuno, anzi, ma non determina manco, che non sia un agire Terroristico, perché questo Attentato, dimostra che la paura che sprigiona un ordigno esplosivo, porta a cambiare in un istante, un attimo, l’istinto sepolto dell’umano, che abituato a una visione univoca della realtà , anche solo con il suono dell’esplosione, in quel momento ne viene “investito” e fragile cade dentro il vuoto abissale del nulla nichilistico..

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/paura-roma-bomba-carta-esplode-strada-1396264.html

Scendiamo giù verso il sud della Città Eterna, una via da un nome antico, ora superato dalla vicissitudini della normale modernità, tempo e luoghi che hanno promesso qualcosa che non è avvenuto, tempi e luoghi che ora sono ammantati da ferree leggi della società di rispetto del prossimo nei confronti di “te prossimo”, ma che vengono distrutte, eradicate, nel momento, all’attimo in cui qualche individuo, non ci sta a vedere la merda che ingurgita la massa senziente (che comprende anche una parte consistente di idealisti di tutti i tipi), e vuole colpire..i motivi? Sono esclusivamente i suoi, e che “nessuno si mettesse in mezzo..”, pensa chi colpisce l’altare del bene e del male…

Avete mai avuto qualche incertezza se la vostra mano vuole colpire vicino a qualcosa considerato sacro? È possibile, che qualcuno l’abbia avuto, perché cresciuto e schiacciato dalla sporca coscienza, “qua vicino ci sono dei defunti che riposano”…

È così che un bel giorno, viene ritrovato un plico di quello per le spedizioni delle poste, imbottito di cosa? Non un regalo per la fidanzato, un documento che attesta il passaggio di consegna di un oggetto da persona a persona, una lettera di odio ma di quello cristiano…

In questa busta viene ritrovato un ordigno esplosivo con chiodi, pronto a “se fosse esploso avrebbe potuto provocare ferite anche gravi..”

Tutto questo, questo atto terroristico, vicino a un cimitero..

Un atto terroristico, che non solo era composto da un ordigno esplosivo, pronto a colpire chi passava e curioso, ma posto vicino a un luogo che viene considerato sacro..per questo, specificatamente, il significato ha e sembra il Rituale di chi, ha voluto colpire a fondo la coscienza sepolta, dell’uomo nella società, ma non solo, anche di chi pensa costantemente all’ideale, come pro-forma per agire…quante chiese (e in italia c’è ne sono a migliaia) vengono colpite con una rivendicazione politica? Pochissime, quasi nulla..è un riflesso della cristianizzazione di un certo tipo di ideale politico?

Per questo chi ha colpito in maniera indiscriminata, posizionando questo ordigno terroristico, ha voluto Ritualmente colpire a fondo la coscienza sepolta di chi sarebbe passato la accanto o vicino, per dividere e scomporre l’unità metodologica del pensiero umano, affondando il nucleo del pensiero e del valore e dei limiti delle leggi etiche, del metodo equilibratore che serve per vivere in un armonia assoluta..ecco questo atto terroristico, questo attentato, ha annientato per un solo istante l’armonia delle società umane.

https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/18_marzo_22/roma-bomba-rudimentale-chiodi-ritrovata-laurentina-9f92cd74-2dbf-11e8-b050-709a5e0412ee.shtml?refresh_ce-cp

Avanti per il Terrorismo Indiscriminato, il Misantropismo-Arca e l’estinzione umana! Spazziamo via la feccia umanista!

IO NECHAYEVSHCHINA!

Roma-Piramide Cestia

[1]https://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_viale_Lazio

[2]http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/07/03/news/agguato_camilluccia-90576220/

http://www.romatoday.it/cronaca/omicidio-fanella-arresto-egidio-giuliani-giuseppe-larosa.html

[3]http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/03/news/macerata_sparatoria-187934230/?ref=RHPPTP-BL-I0-C12-P1-S1.12-T1

[4]Il Rituale Nichilistico Terrorista trascende il “fisico”, e oltrepassa la realtà nell’incastro delle società umane. Non uso il termine “metafisica”, ma solo perché generalmente richiama alla metafisica dell’onnipresente teologia cattolica e i suoi tentacoli umanisti. Egoisticamente mi affino con il Solipsismo Nichilista, e se ci sarà la possibilità, affronterò un testo dove approfondirò questo aspetto del Terrorismo Nichilista (ricordiamo che generalmente il Solipsismo- o Egoismo teoretico-ha come settore quello definito “Metafisico”, che considera l’universo come semplice rappresentazione della propria, particolare coscienza).

(Visited 39 times, 1 visits today)