LA GANG DI STRADA WEREWOLF LEGION

https://abissonichilista.altervista.org/wp-content/uploads/2019/03/KH-A-OSS-VIII.pdf

Nota introduttiva: Ancora una volta portiamo alla luce un approfondimento di profondo interesse egoico per le dinamiche interne/esterne, da parte di un certo tipo di criminalità organizzata, posta in maniera gerarchica, è che (ci) serve per approfondire il tema sempre più dibattuto (e in maniera ancor di più sterile), dell’Autorità, ma anche dell’asocialità amorale, del misantropismo, della dichiarazione apertamente diretta nella distruzione del resto dell’umanità. Oramai gli idealisti, non sanno più che “pesci pigliare”, gli brucia il culo fortemente, che il Caos Misantropico, stia prevaricando la loro pochezza d’animo, e si mettono di traverso ad ogni sommovimento che sconvolge le loro patetiche vite sociali, e c’è paura, angoscia che cada una delle loro società, che loro vorrebbero distruggere, ma per sostituirla con la dittatura della loro morale. Per Noi Misantropi, Egoisti, Egocentrici, Estremisti e Terroristi Anti-politici, sarebbe molto peggio, rispetto allo “stato di diritto”, se questi signori, conquistassero il Potere…o magari peggio per loro! Noi aneliamo al Caos Distruttivo e incontrollato, allo sconvolgimento
della società, nella provocazione delle righe solcate, o nella provocazione fisica, nei dibattiti amorali, nel proclama-“Tutto è permesso”, nel dire una cosa e pensarne un altra, nell’affermare il tutto e il contrario di tutto, per confondere e inibire, per apparire lesti o tonti, negli attacchinaggi clandestini sui muri, che confondono, o ispirano, che danno tremore, o suscitano un interesse insolito. Più Attentati Terroristici e Atti Criminali ci sono, più si inclina il piano della normalità sociale, ed è per questo, che spingiamo perché avvengano più Attentati e atti, che spezzano la realtà! Ma non siamo utopici, aneliamo alla caduta della società, ogni qual volta, avvengono atti Terroristici, dato che questi atti destabilizzanti, già inclinano il “fattore umano”, del vivere in pace e non siamo idealisti, dato che non affermiamo nessuna verità riconosciuta. Vogliamo godere Misantropicamente del Terrore! Il “lavoro”, che presentiamo sotto, è stato recuperato da affini, che direttamente dalla Scandinavia, ci hanno contatto via email ( e ci hanno, anche mandato una lista di attentati criminali non rivendicati con granate esplosive) e ci hanno fatto presente, che da quelle parti, non c’è solo apatia e gelo tutto l’anno, ma ci sono anche individui che attaccano lo status quo della società. E grazie all’aiuto del “Palermitano”, Corleonese Nihilista, tutto questo è stato tradotto. C’è da dire che siamo disgustati di come in un luogo come la Svezia, le persone volontariamente si inoculino microchip* sotto la pelle, contenti di contribuire al progresso umano. Guarda caso proprio appunto in luoghi cosi avanzati e progressisti avviene tutto ciò. Un luogo come la Svezia, tanto amato da alcuni eco-anarchici in Italia in cerca di uguaglianza, invece ha anche al suo interno gruppi criminali organizzati- e strutturati gerarchicamente- come la Werewolf Legion, che combattono una guerra a morte contro l’autorità, con le altre gang, ma anche contro chi li vuole ammaestrare, contro il cittadino comune che li disprezza. Noi abbiamo approfondito, il rapporto di sangue, che si ha dentro questa gang, l’attitudine specifica e individuale dentro una struttura gerarchica, l’originalità criminale di questo gruppo, e per espandere l’idea dell’Autorità, del significato intenso di tutto questo, l’abbiamo posto e pubblicato.

Che il Kaos Terroristico annienti tutto quello che è umano!

*https://it.businessinsider.com/migliaia-di-persone-in-svezia-si-fanno-impiantare-un-microchip-sottopelle-per-sostituire-le-carte-didentita/?op=1

Lo sviluppo delle gang svedesi è stato associato principalmente a bande di motociclisti fuorilegge. Tuttavia, all’inizio degli anni 2000, sono emerse nuove gang che in seguito sono state classificate come di strada. Tre gang esemplificano lo sviluppo delle gang di strada in Svezia: The Original Gangsters (Gothenburg 1993), Werewolf Legion (Stoccolma 2006) e Black Cobra (Malmö 2008). Il nostro caso, la Werewolf Legion è emersa prima come una banda di prigionieri nella struttura carceraria di Tidaholm quando un gruppo di amici che insieme hanno scontato del tempo in prigione ha creato una “fratellanza” per proteggersi all’interno della prigione.

Quando il Capo della “fratellanza” e un altro membro di alto rango furono liberati, fondarono la WL fuori dal carcere. Questi due individui provenivano da diversi sobborghi di Stoccolma, e insieme a diversi amici con cui erano cresciuti, hanno fondato la gang di strada WL a sud di Stoccolma nel 2006 17. Al suo apice, la banda consisteva di 31 membri a pieno titolo e una rete di 280 fratelli criminali. La WL è entrata in una fase di declino nel 2012 dopo diverse operazioni di polizia e controversie interne.

Appartenenza

Sebbene la WL sia una banda con simboli espliciti e regole di appartenenza formali, i membri descrivono la gang prima di tutto come una “famiglia”. Questa “famiglia” è composta da persone con forti legami di amicizia, prima di unirsi nella gang, sia perché hanno vissuto insieme, sia perché sono stati compagni di scuola o perché hanno trascorso del tempo nelle stesse prigioni.18 Condividono norme aggregative di zona e un’appartenenza territoriale culturale. L’accettazione ufficiale nella gang conferisce lo status, specialmente ai membri a pieno titolo, e le altre relazioni diventano secondarie, comprese le relazioni familiari biologiche.

Le nozioni di solidarietà diventano il collante impercettibile che tiene insieme la famiglia, con concezioni sulla fratellanza e sui fondatori della struttura criminale in primo piano. Questa fratellanza diventa una sorta di connessione familiare alternativa, e ogni membro si prende cura dei suoi fratelli.

I membri si considerano l’antitesi sia delle bande modaiole di motociclette, che delle mafie basate sulla parentela.19 L’organizzazione è una famiglia artificiale e sostitutiva per tutti quei lupi solitari che non hanno parenti, nello stato o lo stato socio-economico su cui poggiano. L’appartenenza è caratterizzata da un forte senso di unità. Il legame con la comunità di strada è stretto e questa identità si esprime attraverso (tra le altre cose) la musica, i graffiti e i tatuaggi.

Gerarchia e regole

Sebbene la gang sia raffigurata come una “famiglia”, ciò non significa che la WL non abbia regole o gerarchie formali. L’esistenza di regole formali e di una burocrazia può essere vista come un adattamento alle norme esistenti all’interno dell’ambiente della gang, in cui la burocrazia organizzativa è vista come una forza con una norma, dato che, questo, è stato stabilito dalle bande fuorilegge di motociclisti (BFM). Le regole formali della WL assomigliano al “codice etico” di un’organizzazione che delinea una serie di principi come “la famiglia prima di tutto, non parlare mai delle attività della famiglia a nessuno al di fuori della famiglia”.20 Anche se regola il rapporto tra il gruppo e i suoi membri, non è così completo come il regolamento della maggior parte delle BFM, e la maggior parte del processo decisionale è meno formale di quest’ultimi.

Vi sono quattro livelli di gerarchia formale attraverso i quali i nuovi membri possono essere accettati, e autorizzati dal direttivo della gang. Tuttavia, il ruolo preesistente di un membro nei circoli affini, influenza la posizione formale dell’individuo nella gang. Quando la gang fu fondata, la struttura gerarchica consisteva in un capo e un vice-capo. Tuttavia, a causa di un conflitto interno, i membri hanno rimosso il capo, e un consiglio governato da tre “generali” ha preso il suo posto.22 Ogni generale aveva dei subordinati chiamati capitani (capi-squadra), che a loro volta governavano i cosiddetti soldati (membri regolari) e altri affini.

I nuovi membri devono essere introdotti da un membro attivo e l’individuo che introduce un nuovo membro ha la piena responsabilità del nuovo arrivato. Un criterio per introdurre nuovi membri è che i candidati devono avere precedenti esperienze di crimine con un membro attivo o che hanno scontato la pena in carcere insieme. La WL ha anche avviato un sottogruppo chiamato “Young Pirates” per avviare giovani in prospettiva.

La competizione gerarchica interna è limitata, e fintanto che riguardano i membri originali, i conflitti interni sono risolti al fine di preservare la comunità come una fratellanza. La competizione è principalmente orientata verso i conflitti esterni. Quindi, gran parte del processo decisionale e della divisione del lavoro si basa su una qualche forma di “adhocrazia”.

Monitoraggio e sanzioni

La WL non ha club di gang formali o fissi. Le riunioni possono svolgersi per strada e nelle piazze, nei pub e nelle case dei membri e periodicamente, vengono affittati appartamenti per feste di gruppo. Il monitoraggio avviene attraverso l’interazione informale, con ogni membro che manifesta impegno verso il gruppo essendo disponibile agli altri e questo porsi insieme, dimostra unità, e il controllarsi a vicenda.23 La lealtà è misurata in termini di tempo e risorse che sono dedicati alla gang, e la relazione tra i membri potrebbe quasi essere concettualizzata come “vivere vicini gli uni agli altri”.

La lealtà si manifesta anche attraverso l’uso della violenza contro gli altri.24 Il controllo e le sanzioni nella WL sono caratterizzati da un controllo non invadente con i prerequisiti per l’unità di gruppo che viene applicata mediante prassi e regole derivanti dalle norme di gruppo di zona sulla “strada”. L’assenza e la mancata visibilità possono portare a sanzioni sotto forma di ripudio e infine di espulsione dalla comunità, insieme a punizioni sia economiche che fisiche.25

Infine, poiché molti dei rapporti all’interno della gang sono sorti da circoli di affinità e il direttivo è incentrato su pochi membri, i cambiamenti gerarchici e le sanzioni non sono formalizzati (oltre a lasciare la gang o svolgere attività con estranei. Vedere le regole della WL nella nota 20) . Al fine di sostenere l’organizzazione della gang, i membri sono spronati positivamente dal fatto di essere autorizzati a creare il proprio gruppo, e in tal modo acquisire influenza e più ricompense economiche da attività illegali svolte collettivamente.

Risorse collettive

La Werewolf Legion si è formata in risposta a un ambiente pericoloso e ostile popolato da altre gang, e alla percezione dei membri di una mancanza di opportunità sociale. Poiché i membri delle gang erano minacciati da un ambiente ostile, i legami sociali tra di loro erano rafforzati e la violenza ha svolto un ruolo importante come indicatore di lealtà e identificazione.26 Di conseguenza, la violenza svolge una funzione centrale per l’organizzazione.

Il modello di attività criminale della Werewolf Legion è caratterizzato dai cosiddetti “reati in stile caffetteria”, con membri che si impegnano in una serie di tipi di crimini. Una delle risorse disponibili per l’organizzazione è l’abilità sotto forma di “capitale da strada”. Ciò significa che la gang opera all’interno di aree territorialmente limitate e si impegna nella criminalità tradizionale.

Pertanto, le risorse collettive dell’organizzazione consistono nella somma delle competenze dei suoi membri. Capitalizzando sull’uso delle proprie risorse individuali per il bene comune. Le risorse collettive sono espresse attraverso affermazioni territoriali e simboli specifici intessuti in un’identità comune riconoscibile, ad esempio sotto forma di tatuaggi permanenti e spettacolari che dimostrano un impegno permanente. La capacità collettiva è rivolta principalmente all’ottimizzazione delle risorse per raggiungere una maggiore resistenza collettiva e il potenziale criminale.

17. Citazione dell’intervistato: “La banda carceraria è il fondamento di questo [WL]. Niente di più. Una gang di prigioneri e una gang di periferia. “

18. Citazione dell’intervistato: “Abbiamo iniziato a costruirlo sulla nostra strada. […] Hai scelto i tuoi amici d’infanzia. Venite, venite, venite, la gente viene “

19. L’intervistato ha descritto la differenza tra le gang della Werewolf Legion e quella degli Outlaw come: “Chiamalo fratello, lo prendi e gli dici di pulire la tua birra che hai gettato, e lo chiami fratello. Perché? Se quello è tuo fratello, dovrebbe pulirla lui stesso. Buttala nella spazzatura e dici, ti aiuterò a ripulire. Dovremmo tutti aiutarlo a ripulire. Non starà a guardare e pulirà esso stesso. È una famiglia. Hai capito? Non dobbiamo sporcarci e lui ripulirà. Puliamo tutti insieme. Non più di questo. Ha imparato, tutti mangiamo insieme. Non dovresti sederti e mangiare mentre stai guardando. Vaffanculo. Ne ho un milione Hai bisogno di soldi? Ecco, prendi mezzo milione.”

20. La Werewolf Legion ha dieci regole generali scritte che riguardano principalmente il controllo della gang. Queste regole sono: 1) la famiglia prima di tutto, 2) non parlare mai delle attività della famiglia a nessuno al di fuori della famiglia, 3) obbedire sempre a un ordine diretto, 4) nulla dovrebbe essere fatto senza il permesso della famiglia, 5) se un membro si impegna in una azione e non adempie al compito, deve essere punito, 6) se non possiamo avere vicino un membro, aiuteremo la sua famiglia, 7) un membro che ci lascia, o viene preso a calci in culo, o paga una multa di 25.000: – [SEK] e la famiglia gli volta le spalle. 8) Nessun affare con la famiglia del membro espulso, 9) tutti i membri meritano una possibilità ma, 10) si deve essere sempre presenti per la famiglia (Werewolf Legion 2009b).

21. Citazione dell’intervistato: Q: “Sei ancora tu che hai preso le decisioni, ma eri imparziale? È così che lo interpreto? A: ‘Grande, giusto. Il fatto è che il problema è così: succederà che in alcune situazioni qualcuno si perde, qualcuno potrebbe avere un po ‘di comando, quindi capisci? […] Allora forse alza la voce maggiormente. rispetto agli altri, ma non è nulla, dato che se tu il capo. Sono vice-capo. Non vi è nulla di simile. Tutti sanno chi è il responsabile. Tutti sanno chi ha potere e decide. Abbiamo deciso insieme. “

22. Citazione dell’intervistato: “All’inizio c’erano solo i veterani [vecchi dirigenti], ma avevano una mentalità maledettamente sfocata, lo sai. Quindi, gli abbiamo detto, andate all’inferno. Non puoi nemmeno pensare. Dopo abbiamo agito a modo nostro. “

23. Citazione dell’intervistato: “Eravamo tutti insieme. Come un grosso casino. D: Hai fatto molto insieme? […] A: Tutto. Ti isoli da tutti gli altri. Questo è il nostro solo posto. Capisci?”

24. Citazione dell’intervistato: “Non è sufficiente aggredire qualcuno, lo pesti brutalmente, è una dichiarazione che esisti, gli altri sanno chi sei, i tuoi amici sanno cosa stai facendo.”

25. Citazione della corrispondenza cartacea sequestrata dalla polizia, tra membri della gang: “Tutti hanno ricevuto un avvertimento [e] tutti sono caduti in una posizione [umiliante] è stata un idea di [NN] e [NN]. Ero molto arrabbiato, tutti erano allacciati, chi era il capo e io ero un capo, ma [NN] e [NN] mantengono le loro posizioni. Perché sono meglio di me? No, assolutamente no, sono sempre stato lì per la famiglia non ho mai esitato. […] [NN] mi ha bandito da Jordbro [sobborgo di Stoccolma] perché ho messo fuori combattimento troppe persone “(Werewolf Legion 2008).

26. Citazione dell’intervistato: […] il motivo unico per cui la gang è stata fondata era perché le persone volevano agire. Inoltre, sai, sei sempre garantito. Il problema è che potremmo essere amici d’infanzia, ma se sei lì per me, devi sempre assicurarti di essere lì per me.

Quando arrivano le cose [problemi], non importa se lo vuoi o no. È responsabilità del [membro] essere presente per me [per la banda]. In questo modo, hai sempre la garanzia che c’è sempre qualcuno che sarà lì per te, quando sarai fuori [prigione]. Qualcuno si occuperà delle cose per te da questa parte “.

image_pdfScaricare PDFimage_printStampare testo
(Visited 61 times, 1 visits today)