SINMARA: “VERMINAIO”

Caos armonico e follia orchestrata
Orrori assurdi, crepuscolo psicotropo
Visioni riflesse, lode al portatore di illusioni!
Inquietante incubo di orribile saggezza
Tormenta la psiche e contempla la morte
Testimone della deformazione delle facce e degli occhi cavati
Oltre queste mura nevrotiche
Nel profondo della sinagoga corporea
Teschi marci infestati da ratti e larve
Consentire il cenno delle tempeste
Estasiato con odio
Accecato dal tremolio delle stelle
Nascosto nei disordini
Delirante dagli odori inebrianti
Il sacrario cerebrale si è scisso
Tutte le spore inghiottite
Tutti i sogni sono invertiti

(Visited 13 times, 1 visits today)