DIVENTA CIÒ CHE SEI

cerbero 45

 

 

 

 

 

 

 

Nietzsche rimprovera cosi gli uomini moderni: “siete abituati a filosofare in modo autonomo, mentre bisognerebbe costringervi ad ascoltare i grandi pensatori.

  Continue reading

COME SI DIVIENE CIÒ CHE SI È II

 ETERNO R

 

 

 

 

 

Con la distinzione tra attività coscienti e non-coscienti, che negli scritti successivi di Nietzsche si svilupperà in modo sempre più ricco conducendo a esiti insospettati, il problema del conflitto tra fato e libertà sembra avviarsi a una soluzione. Libertà della volontà e fato si incrementano a vicenda, ciascuno di essi di per sé è solo un « astratto ».

  Continue reading

COME SI DIVIENE CIÒ CHE SI È

UROBURO

 

 

 

 

 

 

L’ultima raffigurazione che Nietzsche offrì di se stesso, Ecce homo, reca il sottotitolo Come si diviene ciò che si è, che rinvia polemicamente, in armonia con il titolo stesso dell’opera, alla pretesa cristiana di divenir-nuovo e divenir-altro in virtù di una conversione e di una rinascita.

  Continue reading