EL NIHILISMO COMO DESHUMANIZACIÓN II

VOLUNTAD INDETERMINADA DE PODER

 

La primera fase, que personifica claramente al pensamiento platónico, presenta la existencia de un mundo verdadero, suprasensible, pero que, sin embargo, aún no se ha cristalizado en una entidad enteramente «ideal», sino que tan sólo alcanzable, entendible para algunos sabios.

Continue reading

EL NIHILISMO COMO DESHUMANIZACIÓN

VOLUNTAD INDETERMINADA DE PODER

La «muerte de Dios» realiza tanto una función arqueológica como otra genealógica al desenmascarar las utilidades que subyacen en la genealogía de los criterios morales: las virtudes cristianas emanan de la «voz del rebaño en nosotros», que siendo incapaz de crear valores superiores, se autodesprecian en sus fracasos y se someten a instintos gregarios y antinaturales; asimismo, desenmascara el enunciado de una nueva antropología:

Continue reading

L’ESSERE NON È BUONO

NON ESISTE

 

 

 

 

 

 

Con questa tesi emerge un altro nesso tra nichilismo e violenza, in aggiunta a quelli già segnalati.

6.1. Infatti, per alcuni nichilisti una parte del mondo è ontologicamente male, ed in essa sono compresi alcuni esseri umani, che dovrebbero essere schiavizzati o suicidarsi o essere uccisi.

Continue reading

LA AFIRMACIÓN Y LA NEGACIÓN

RISENTIMENTO

 

 

 

 

 Transmutación, transvaloración, significan:

1.º Cambio de cualidad en la voluntad de poder. Los valores, y su valor, no se derivan ya de lo negativo, sino de la afirmación como tal. Se afirma la vida en lugar de depreciarla; y tampoco la expresión «en lugar» es exacta.

Continue reading

L’ETERNO RITORNO DI SISIFO

SISIFO

 

 

 

 

 

 

 

In tutte queste affermazioni camusiane si intravede in filigrana la morfologia del nichilismo stilata da Nietzsche: se il suicida può essere visto come il rappresentante di un nichilismo passivo incapace di sopportare questa condizione di spaesamento assoluto, il suicida filosofico e invece rappresentante di quel nichilismo incompiuto che riabilita Dio nella contesa, sotto altre e nuove vesti, ignorando completamente l’annuncio della sua morte.

Continue reading

VIVRE SANS APPEL

SELETTIVO

 

 

 

 

 

 

 

 Giudicare se la vita valga o non valga la pena di essere vissuta, e rispondere al quesito fondamentale della filosofia. Il resto –se il mondo abbia tre dimensioni o se lo spirito abbia nove o dodici categorie – viene dopo. Questi sono giuochi: prima prima bisogna rispondere.

Continue reading

MURS ABSURDES

SELETTIVO

 

 

 

 

 

 

Leggendo attentamente queste pagine del Mito si comprende che, come fu per Nietzsche, anche per Camus alla base del discorso filosofico non c’e altro che una ferma onesta intellettuale, una volonta di non mentire,

Continue reading

UNICA-IRRIDUCIBILE CAOTICITÀ

ABSURDO

 

 

 

 

 

 

 

La prima difficolta che si incontra nel tematizzare l’assurdo e quella di stabilirne lo statuto. Camus, infatti, ne parla à la fois in termini di ≪sentimento≫, di ≪passione≫ e di ≪concetto≫.

Continue reading

L’ESSERE DELLE COSE NON HA VALORE INTRINSECO

NON ESISTE

 

 

 

 

 

 

Non solo (come abbiamo già visto) le cose non hanno un fine, né un’unità, ma inol­tre non hanno alcuna altra caratteristica intrinseca che (come già farebbero un fine ed un’unità) potrebbe conferire loro un qualche valore.

Continue reading

INTERPRETAZIONE DEL MONDO

SELETTIVO

 

 

 

 

 

 

 

Per quanto l’aforisma in se risulti chiaro e persuasivo, anche grazie alla grande capacita stilistica di Nietzsche, esso pone pero dei problemi non irrilevanti nel momento in cui si cerca di ricomprenderlo all’interno della precedente critica nietzschiana alla metafisica e del prospettivismo che da essa scaturisce.

  Continue reading

Page 2 of 6
1 2 3 4 6