AION: “V”

abbandono – puro vuoto
superare la vita
dissolvenza nello spazio senza limiti
sulle rive del deserto – grigio ma radioso

oltre la disperazione
così eterno
la sostanza più arcana dell’assenza
la profondità del vuoto creata nella morte
la sfera eterna formata dal tuo decedere

il nostro sangue si è trasformato in vetro mentre mietiamo
il sole rosso
di morte
a mezzanotte

follia di questa consapevolezza
delirante orrore della conoscenza
il peggior martire imposto alla coscienza
bruciando in maniera inesorabilmente limpida

eppure questa chiarezza brucia tutto
consuma tutto
ti lascia denudato
persino spogliato del tuo essere

bellezza inenarrabile di questo destino crudele
tra estasi e grida di sgomento

mente sospinta all’incandescenza
tutto è consumato
nell’orrida calma dell’estasi

deliquio – discesa interminabile
svanire nell’ignoto
al crepuscolo della perdizione
l’inesorabile enigma
di morte

nessuna via di fuga, nessuna salvezza
l’unica illuminazione nell’accettazione dell’autunno
il sentiero luminoso dell’annientamento
tra il Tempo e l’Eternità

VESSEL OF INIQUITY: “VUOTO DEL TERRORE ESISTENZIALE”

Ancora una volta nell’abisso
Choronzon, ti invochiamo di nuovo
guardiano del tutto divoratore
Il Sé egoico individuale
La coscienza inizia a cannibalizzarsi
Morente prima di morire
Il confine di SE STESSO / NON SÉ
Consumato in acido Choronzonico
Ridiventiamo – Non più umani

ANTAGONISTE: “IL NICHILISTA”

Non c’è nessun Obiettivo
Nessuna Moralità
Nessun Oggetto
Significato o Scopo
La Realtà non Esiste
L’Esistenza non ha Significato
La Negazione dell’Unico
L’Insensatezza della Vita
Tutte le Idee Umane sono senza Valore
Un Atteggiamento Ascetico come Volontà verso il Nulla

Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
La Quiete come la Morte
In cui Nulla può Penetrare
In cui Tutto Affonda
Impotente

Non c’è una Norma
Nessuna Conoscenza
Nessun Valore Intrinseco
Regola o Legge
Una Distruzione Deliberata
Imposizione di Una sola Interpretazione
L’Auto-Dissoluzione della Religione
Nessuna Forma di Bellezza da Cercare
Tutte le Idee Umane sono senza Valore
Un Atteggiamento Ascetico come Volontà verso il Nulla

Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
La Quiete come la Morte
In cui Nulla può Penetrare
In cui Tutto Affonda
Impotente

L’Apocalisse è Finita
Oggi è la Precessione del Neutrale
Di Forme del Neutrale
E di Indifferenza
Tutto ciò che Rimane, è il Fascino
Per Forme Desertiche e Indifferenti
Per la Funzione stessa del Sistema che Ci Annienta
Ora, il Fascino è la Passione Nichilista per Eccellenza
È la Passione Esatta alla Procedura per la Scomparsa
Siamo Affascinati da tutte le Forme di Dissolvimento
Della Nostra Scomparsa
Malinconico e Affascinato
Tale è la Nostra Situazione Generale
In un’Era di Trasparenza Involontaria

Una Verità Restrittiva
La Possibilità di Altri Modi di Essere
La Forza dello Spirito Libero
La Forza dello Spirito Libero
La Forza dello Spirito Libero
La Forza dello Spirito Libero

LA LUCE PRECIPITA SILENZIOSA- INTERVISTA CON I DSKNT (BLACK METAL DAILY WEBZINE)

Light Fell Silent – An Interview with DSKNT

 

il tempo cambia e si distende in un conduttore di tensori

radiazione isotropica di residui e rumori bianchi

trasforma e scompone

~

In questa epoca di immediatezza,è un aspetto affascinante un artista che riesce ancora a rimanere ammantato da un’aura di mistero; e l’enigmatico atto DSKNT è rimasto completamente e agilmente avvolto in esso. Originariamente formatosi nel 2013 ma apparentemente inattivo da allora, negli ultimi sei mesi sono iniziate a muoversi striscianti e complicate tracce che suonavano come inesorabili, trituranti cospirazioni di una macchina né organica né priva di vita, ma funzionante febbrilmente per decostruire la realtà in un soffocante orrore; tuttavia le informazioni disponibili su queste creazioni sono state alcune asserzioni criptiche, una località in Svizzera e alcune voci personali. Anche un comunicato stampa dell’etichetta affermava che non erano “in grado di confermare alcun altro dettaglio riguardante la natura e l’identità del progetto”.

Cioè, fino ad ora.

Mi sono mosso per contattarli,dopo aver seguito il progetto con interesse e divorato ogni composizione che mi piegava la mente, scivolando come una lava nera senza nome è che giungeva tremolante e cristallina dal vuoto; per fortuna l’uomo dietro a tutto questo ha accettato di sollevare il velo anche se in maniera lieve.

Così con l’album di debutto ‘PhSPHR Entropy’ finalmente pubblicato su Sentient Ruin Laboratories, Clavis Secretorvm, Babylon Doom Cult Records,facilmente una delle uscite più intriganti e distruttive-sinaptiche dell’anno; sottomettiamoci alla sua irresistibile attrazione attraverso il flusso completo del video qua sotto per continuate a leggere mentre parliamo con il maestro ASKNT.

Saluti, e sinceri ringraziamenti per aver dedicato del tempo a rispondere a queste domande, per permetterci di dare una breve occhiata nel mondo dei DSKNT. Non si sa molto su di te, quindi tutto questo è da apprezzare. Primo: cos’è esattamente DSKNT e da dove proviene?

– DSKNT è la suddivisione auditiva di DSKNT Industry un progetto che collega la percezione e l’ispirazione che ho per creare musica / rumore. La terminologia DSKNT è stata estratta poco dopo aver creato DSKNT Industry, che è l’entità utilizzata come mezzo per trasformare le idee in musica. In effetti, e per essere concisi, DSKNT è il progetto e DSKNT Industry è la sua fonte, l’incubatore e il suo rivestimento globale.

La tua creazione/debutto, PhSPHR Entropy, sta per essere pubblicata. Qual è l’intento per questo album e il significato / concetto di PhospHR Entropy come titolo?

– Lo scopo principale della pubblicazione, come idea, è quello di creare e realizzare un ermetico incrocio concettuale tra l’implicazione fattuale e l’apice più visibile di certi aspetti specifici della fisica con l’ineluttabile, completo annullamento del tutto. Questo fatto è solo nascosto sotto le espressioni in termini di formula matematica. Il compito iniziale dei testi sono stati designati in questo modo.

Generare un luogo auditivo insicuro, un muro di distorsioni dei sensi, una specie di rumore inaccettabile. La copertina di PhSPHR Entropy ha lo scopo di estendere il significato dell’intero concetto della pubblicazione. Qualcosa di molto sobrio e statico in parallelo alla musica. Musicalmente, ci sono due epoche di composizione mescolate insieme, ma non distinguibili. In termini di testi: «Nulla è importante». Niente è. È solo un problema umano apprendere le scale.

PhSPHR Entropy come titolo e marchio dell’album ha un doppio significato. Facendo riferimento chiaramente ai concetti fisici e intrinseci naturali, in primo luogo, l’entropia può essere usata come una sorta di misura del disordine o della casualità di un sistema isolato. Principalmente, non conosciamo abbastanza parametri per comprendere il sistema a livello globale. D’altra parte, l’uniformità dell’entropia era il principio. Questa misura indicherà anche la fine.

Perché PhSPHR? Bene, PhSPHR risplende nel buio in determinate condizioni. Gli ioni del PhSPHR sono altamente reattivi e hanno un alto livello di possibile ossidazione, portando a un potenziale molto elevato di entropia oltre ad essere essenziale per l’essere umano come per il DNA. I due termini insieme specificano la metastabilità interna e l’instabilità esterna del Tutto. PhSPHR Entropy parla in termini di disordine e caos, direttamente opposti all’equilibrio. È il caos, non il “caos”. Caos sottostante.

Da dove hai tratto ispirazione per il caos sonoro e i temi raffigurati nell’album?

– L’ispirazione dei DSKNT viene da molte parti. Ma è principalmente guidato dalla mia apprensione del vuoto o più semplice del tempo. Poiché il disordine è l’unico principio guida e il fondo del tutto, il caos sonoro, come lo chiami tu, deriva da questa sensibilità ad esso o probabilmente dagli interessi interni dei DSKNT nel disordine, una sorta di vortice di distruzione. D’altra parte, arriverà il vero caos. Lascia che arrivi con il tempo e le sue distorsioni, curve. Tutto questo è solo una questione cosmologica per l’estinzione globale e il vuoto prevalente.

I DSKNT sembrano mirare a sfidare tutte le normali convenzioni musicali e sonore. Ci sono tecniche o strumenti insoliti coinvolti nell’assemblaggio di PhSPHR Entropy?

– Non so esattamente cosa intendi per tecniche inusuali dato che ciascuna fase di registrazione potrebbe essere molto diversa dalle altre e molto variabile tra i gruppi. Posso dire che l’obiettivo specifico e intrinseco dei DSKNT è esercitarsi per ottenere un suono così strano. Il processo di registrazione per una cosiddetta one-man band è relativamente diverso da una band formata da più persone, come alcuni possono intendere.

Il Vantaggio per i DSKNT, è che il processo di creazione musicale non implica l’inconveniente di scendere a compromessi sulle idee o la musica, il che potrebbe portare alla diluizione dell’obiettivo da raggiungere. Ma il processo è probabilmente più iterativo e incrementale, ci vuole tempo. Ogni traccia di PhSPHR Entropy ha molte sotto-versioni ed è sempre un vero dilemma quando si deve impostare una versione finale.

D’altra parte, sto attualmente sviluppando altre tecniche per i prossimi brani e le pubblicazioni, al fine di ampliare questo stile abrasivo, vertiginoso, distruttivo e disassemblato più globalmente. Con tecniche intendo, creare i propri effetti disto / fuzz dell’hardware DSKNT e riverberi e altre cose che potrebbero portare a un suono più unico, o solo agli esperimenti dei DSKNT.

Come descritto in PhSPHR Entropy, Kr. Vy. Rites, direi che qualsiasi mezzo potrebbe essere usato in futuro per creare questo luogo soffocante insicuro nella musica. Così come elementi di rumore puro. Dal mio punto di vista retrospettivo, il riffing della chitarra è responsabile della maggior parte di questa entropia, disordine e / o suono ipnotico non convenzionale. Ma per me, è un primo passo, mi aspetto di più.

Ti allinei con qualsiasi movimento, stile o genere, o i DSKNT sono qualcosa che è destinato a restare isolato?

– Questa è una domanda problematica poiché, come hai notato, il mezzo usato per esprimere questa Entropia è ciò che è principalmente caratterizzato come Black Metal. I temi dei DSKNT e il modo d’essere non hanno nulla a che fare con i temi tradizionali del Black Metal, specialmente con la nuova ondata di testi e gruppi occulti e l’immaginario malvagio abbinato. Essere sotto questa influenza, è abbastanza ovvio (le persone ingenue non lo ritengono probabile, ad essere onesti), “Stare da solo” può essere solo un’idea di fondo, ma rimane una visione della mente.

La parte di composizione non era e non è allineata su uno stile specifico e non lo sarà mai. Posso prendere “Resurgence of Primordial Void Aperture” contro “Kr. Vy. Riti “e il suo prossimo” Kr. Vy. Portali “come esempi. Non c’è una soluzione o una formula specifica nella musica dei DSKNT.

Tutto è soggetto a cambiamenti o evoluzioni, così come il mezzo musicale dei DSKNT. Ma devo dire che c’è una certa quantità di progetti che stanno creando uno stile, un’atmosfera molto particolari, un marchio molto specifico nella loro musica.

Parlo di atti come PORTAL o l’approccio dei CHAOS ECHOES  e i lavori di suoni grezzi dei HAUS ARAFNA . DSKNT non può essere categorizzato direttamente come Black Metal né Death Metal, è entrambi e nessuno. E forse puoi trovare molto probabilmente un assemblaggio di elementi di stili particolari.

Ho sentito sussurrare che questa follia è il prodotto di un uomo, asknt. È vero? Quanti anime hanno preso parte alla sua creazione e quali ruoli hanno interpretato?

– Hai ragione. La strumentazione completa e i testi sono parte del lavoro di asknt. Inoltre, il vocalist dei ANTIVERSUM  (su Invictus Productions ) ha eseguito tutte le parti vocali / rumorose su PhSPHR Entropy. Le sue abilità sono molto preziose per trasmettere gli intenti dei DSKNT dal momento che intuisce completamente il concetto e partecipa alla sua sublimazione. Per i prossimi lavori, i DSKNT utilizzeranno sicuramente la stessa “configurazione”.

Non riesco a concludere questa domanda senza parlare della partecipazione molto importante di Antïgraphics per la copertina e l’impaginazione, che ha dato l’interazione visiva con l’ubiquità di fondo della variazione dell’Entropia che questo disco intende trasmettere.

L’album è stato prodotto e registrato presso il DSKNT Industry, di cui i DSKNT sono indicati come una suddivisione in forma di rumore. Cos’è la DSKNT Industry ed è DSKNT la sua unica creazione?

– DSKNT Industry è allo stesso tempo uno studio di registrazione, un laboratorio sperimentale e una sala prove. DSKNT Industry ha registrato e progettato alcuni altri atti come AB OCCULTO l’EP dei NECROSEMEN e l’album dei AION “Verses of Perdition”e alcuni altri progetti, esperimenti interni o esterni. Le strumentazioni dei DSKNT vengono e sono state registrate in questo posto tranne le parti vocali che sono state registrate presso l’OSA Crypt di Zurigo. Colgo l’occasione per ringraziarli ancora.

PhSPHR Entropy si sta istigando in collaborazione con la Clavis Secretorvm, Sentient Ruin Industries negli Stati Uniti e Babylon Doom Cult Records per l’Europa. Sei soddisfatto dell’assistenza ricevuta da queste fonti?

– L’assistenza durante l’intero processo è stata perfetta. Le diverse proposte erano totalmente nell’approccio dei DSKNT. Tutte le persone coinvolte nel background per la pubblicazione sono state molto collaborative e pro-attive. D’altra parte, sono rimasto sorpreso da questo supporto delle etichette, dato che non è stato cosi per i lavori più vecchi che ho provato a pubblicare qualche anno fa.

L’impronta dei DSKNT e la copertina dell’album sono stati creati da Antï Graphic Art.Come hanno collaborato? Erano improntati dalla interpretazione del tuo lavoro o erano sotto la vostra direzione? 

– Ancora una volta, devo dire che i DSKNT non ha nulla a che fare con considerazioni umane come concetti occulti o esoterici, né altre apprensioni o interessi centrali sull’uomo. Direi che “impronta” non è la terminologia appropriata e adeguata. Per quanto riguarda la copertina, Antïgraphics ha immediatamente compreso l’intero concetto. Gli ho dato alcune linee guida globali e il testo completo e finito ma, in effetti e fino alla fine, era completamente libero. Per quanto mi ricordo, le sue creazioni sono molto ispirate e portano a opere d’arte di alta qualità con una firma molto personale.

Ci sono piani per i DSKNT di diventare un’entità dal vivo in futuro, o è per sua natura qualcosa che dovrebbe essere ascoltato ma non visto?

– Come hai già notato, c’erano solo poche informazioni sul progetto, su chi fa le cose nel progetto ecc, è completamente antitetico trattare temi astratti, principalmente temi umani non in scala e diventare un atto dal vivo. Inoltre,l’aspetto live degraderebbe totalmente l’intenzione dietro questo progetto. Secondo le mie convinzioni, la musica dei DSKNT non è adatta per le esibizioni dal vivo.

Ci sono altre emanazioni future apparenti da parte dei DSKNT ?

– i DSKNT stanno ora lavorando su una nuova base che comporterà il materiale del prossimo album e un prossimo EP split in qualche momento durante il prossimo anno. Un nuovo tentativo di aggiungere atmosfere opache e opprimenti.

All’inizio del prossimo anno, Sentient Ruin pubblicherà PhSPHR Entropy su vinile.

Un sincero ringraziamento per aver inspirato un po ‘di luce nel vuoto che sono i DSKNT. Hai qualche messaggio finale?

– Grazie per le domande.
La luce precipita silenziosa, pochi secondi prima dell’Eternità.

DSKNT – 04XII17

___________

Acquista / pre-ordina PhSPHR Entropy digitalmente da Bandcamp HERE su CD da Clavis Secretorvm,su vinile da Babylon Doom Cult Records HERE e in vinile e su cassetta da Sentient Ruin Laboratories HERE.

Supporta i DSKNT:

 

Black Metal Daily è anche su Facebook per suoni culto e blasfemia tonale.
Email: blackmetaldaily@outlook.com

 

DSKNT : “ESPIRANDO LA POLVERE”

Dispiegati nella dimensione primordiale dell’oscurità e del Tempo, respira.
Coloro porteranno le nostre morti sul Portale dell’eternità e del nulla.
Polvere e Vuoto che ricordano l’Universo iniziale nella loro mente.
Strisciando nelle origini della materia e del Tempo, muoiono.

Inalando questa Polvere! Ho abbandonato il presente percorso.
Attraverso il Nulla, dopo gli ultimi Echi del Tutto
Per il Nulla, Respingi
Nel nulla, Respingendo la mia anima
Espirando! Polvere Divorante. Materializzo il tempo

Dovrei tracciare un percorso opposto nell’ultima astrazione della Luce.
Irragionevole. Irrequieto. Cenere.
Oltre, ascendente cosciente addietro
La miseria del Tutto. Estinguere il tempo.
Mi alzo. Invocano attraverso il tempo.

Cado al suolo di nuovo,
Mangiando ceneri e polvere.
Abortendo le mie ombre residue.
Strisciano in giro per anni, vomitando.

Espirando! Tempo sospeso, Polvere Espiata
Attraverso tutti, prima degli Echi del Tutto
Il Niente, la polvere stessa si disintegra
Dentro Nulla, Estinguendo la Polvere.
L’inalazione! In attesa della fredda Fiamma del Vuoto

Io semino la mia anima con loro.
Glorificando verso il fondo. Dissenso dell’essenza.
Queste sfumature impure, sono le mie visioni non sicure.
Nefasti fumi mi penetrano nelle vene, irrequieti.
Stendono le loro mille ferite.

Dispiegati nella dimensione primordiale dell’oscurità e del Tempo, respira.
Coloro porteranno le nostre morti sul Portale dell’eternità e del nulla.
Polvere e Vuoto che ricordano l’Universo iniziale nella loro mente.
Strisciando nelle origini della materia e del Tempo, muoiono.

L’inalazione! Distingue la mia carne marcia.
Scava e consumami in Polvere
Attraverso l’ultima astrazione di Luce.
Per tutto, Confusione del Tempo
Nel nulla, vedono.
Espirando! Ingoiando l’ultima fiamma

IRKALLIAN ORACLE: “RIFLESSIONI”

Deserto e vortice insonne, brividi alla deriva e stelle sparse nel cielo e il mare.

Gli specchi in frantumi riflettono la confusione in innumerevoli echi persi negli abissi della distanza in frazione e dell’amore.

Con la coda dell’occhio / percepisco ciò che non può essere percepito come me stesso, noto solo l’assenza di Certezza, un fantasma che perseguita l’esilio al di fuori del mio cuore.

Desiderio e appartenenza, testimonianza e visione.
Come se ancora cercassero i loro stessi nomi mentre sfuggono dalle loro stesse labbra.

E un miliardo di assiomi fluttua attorno al fuoco di Moloch.
Come pianeti senza vita grigi che volteggiano su un sole che flagella
Urlando per wahdat al-wujud.

Le stelle del deserto volteggiano insonni, affondando profondamente nel cielo e nel mare alla deriva.

Raggiungendo la bocca di mezzanotte che è diventata un guscio aperto e in un disagio eonico in esso, si formeranno le più strane perle.

(E improvvisamente;) In assenza di Dio, è dove si trova il cuore di Dio
Che in questo preciso istante viene trafitto dalla luce satanica
Come un terribile segreto caduto dalla lingua dell’Infinito
In un unico mondo.

SELBST: “NESSUNA DEVOZIONE”

Il fiume della speranza è una bugia
La strada che porta via dall’uscita
Un modo per controllare le emozioni
Sto cercando di separare il mio istinto
La natura terrena dell’uomo
La voce ripete: vivere in catene
Non c’è ripulitura spirituale
La fede non allieva mai, solo la putrefazione
È un segno di debolezza
Ogni fede ha l’istinto dell’avidità
Il rifiuto non è un’opzione
L’unico modo è vivere in catene?
Sii sempre fedele? Putrefazione!
Sono il mio mentore, maestro della mia disgrazia
Sono colpevole
Sono dannoso, sono la piaga
Sono un peccatore senza pentimento
La soluzione è l’estinzione
Non esiste una cura per questo male
Mi rifiuto di essere schiavo di quelli che angariano il mio essere
Lascerò questo mondo
Defecando sulla tua croce
Come hai fatto te
E attenterò la tua immagine e il tuo messaggio
Mostrandoti quanto è insignificante
la tua presenza

PLAGA: “LA MAGIA DELL’ENTROPIA STELLARE”

Continuando a rubare il cupo bagliore della vita.
Andiamo! Attraverso sette eoni.
Abbandoniamo la coscienza che ci sta consumando.
Andiamo! Per la caduta di tutti i diritti.
Dobbiamo ingannare, dare via alla devastazione.
Stiamo andando alla guerra, alla giustizia, alla salvezza.

Nemici dell’ordine.
Re del disprezzo.
Architetti dell’abisso.

Ti sto chiamando dai quattro troni
ascolta il mio richiamo, trasforma il mondo in rovina
in una prigione fisica informe
dimensioni in decomposizione lenta
Esplora la natura del tempo e la maledizione dell’entropia
aspettando il giorno della rabbia (aspettando il giorno della rabbia)

I pilastri della creazione si stanno sgretolando,
si sgretolano sotto il loro stesso peso
Guidami dove libertà e schiavitù sono lo stesso stato
Dove muore la legge di causa ed effetto.
Dove la vita e la morte perdono il loro significato.

Magia, la magia dell’entropia stellare!

DEVATHORN: “PRINCIPI DEL CAOS”

Sigillo ardente sul mio palmo, segno della mia colpa.

Mea culpa.

Beati quelli che non osavano

perché non hanno visto e nemmeno io l’ho fatto.

In omnibus requiem quaesivi et nusquam inveni.

Dolce musica cosmica, urla dei ciechi,

Vortice di etiche, disciplina strappata.

Elementi della polvere.

Principi del caos.

Nessuna visione è stata concessa.

Sii il fiume che nasce dal Nulla e conduce all’Oblio.

Metodi mortali alla pazzia.

Elementi della polvere.

Principi del caos.

INTERVISTA AGLI ANTEDILUVIAN (VOICES FROM THE DARK SIDE WEBZINE)

http://www.voicesfromthedarkside.de/Interviews/ANTEDELUVIAN–6826.html

Saluti Haasiophis. Il tuo progetto più recente, ANTEDILUVIAN, ha recentemente acquisito una notevole quantità di attenzione nell’underground, inoltre, stai lavorando con il batterista, Mars-Sekhmet, da un pò tempo. In effetti, hai pubblicato quattro demo, con il quarto, “Under Wing Of Asael” in uscita nel 2008. Puoi fornire qualche antefatto per la creazione e la manifestazione di questa entità annientante conosciuta come ANTEDILUVIAN?

“Abbiamo iniziato con la band nel 2006. È stata creata per esorcizzare il tipo di musica che desideravo davvero ascoltare e a cui partecipare, qualcosa di non limitato e detestabile nel senso che il materiale stesso riflettesse tumulto e caos, come tema del gruppo. La musica ha lo scopo di ampliarsi ed espandersi in un’aberrazione grottesca, anche se spesso minaccia di collassare su se stessa come una stella implodente, mentre tentiamo l’impossibile: riflettere il vuoto e la materia. “

Passando ora al nome del tuo gruppo, come riferimento biblico: ANTEDILUVIAN significa il periodo di tempo prima della grande alluvione. Parlando più in generale, significa “estremamente primitivo o antiquato”. In che modo questi concetti si riferiscono alla musica?

“Entrambi i concetti si riferiscono al tempo, alla storia antica, al primitivismo, ecc. Quando guardiamo alla storia, spesso sembra velata come scrutare il futuro. La cosa affascinante della Bibbia è che così tante persone credono che sia vera, il cristianesimo è un religione imponente specialmente qui in America del Nord. Ironia della sorte molti cristiani non sono nemmeno a conoscenza degli eventi abominevoli a cui si fa riferimento nella Bibbia. Non considerano ciò che effettivamente ha avuto luogo prima del diluvio, né sono consapevoli del comportamento assurdo delle divinità in essa descritte. Sono affascinato dalle descrizioni non solo della Bibbia, ma anche di testi apocrifi e di molti altri scritti che descrivono i racconti di questi esseri “soprannaturali” e di come gli oppositori esterni siano stati incolpati nella storia. L’esempio biblico si riferisce anche direttamente ai temi che ricorrono specificamente nella musica occulta, per esempio il capro espiatorio e il suo legame etimologico con gli osservatori, ecc. Questo è un aspetto del perché abbiamo scelto un nome che potrebbe essere associato alla Bibbia. Indipendentemente dalla loro origine, tuttavia, i miti e cicli ANTEDILUVIANI spesso tentano di descrivere l’origine della nostra razza alla luce di una lotta tra influenza interna ed esterna. Siamo molto interessati a come avviene l’inversione e come l’interno e l’esterno possono rispecchiarsi a vicenda. “

Oltre a questo progetto, sei stato coinvolto in un certo numero di band in tutta l’area di Edmonton, in Canada. In particolare, hai suonato nei Dead of Winter e Gloria Diaboli. Qual è stato il tuo ruolo in ciascuno di questi progetti e in che modo il tuo lavoro in queste band ha contribuito allo sviluppo del suono che hai raggiunto con gli ANTEDILUVIAN?

“Nei Dead of Winter, ho suonato la chitarra e scritto gran parte della musica e dei testi. Questa band era eccezionalmente estremista e depravata. Ho imparato a invocare alcune qualità trascurate attraverso il mio strumento che uso ancora adesso. In Gloria Diaboli ero il cantante per il MCD di “Gate To Sheol” e ho scritto testi per diverse canzoni, entrambe le esperienze hanno fornito strumenti che spesso attingo nel lavoro che faccio ora con gli ANTEDILUVIAN e quindi il materiale ANTEDILUVIAN è stato più maturo e più vicino alla mia visione di quanto sarebbe stato altrimenti. Recentemente ho anche partecipato agli A.M.S.G. come bassista e vocalist di supporto. Stavamo scrivendo un album quando due dei nostri membri sono stati arrestati; il progetto continuerà se / quando saranno rilasciati.

In questo momento, la produzione degli ANTEDILUVIAN si basa esclusivamente su 3 demo autoprodotte e una demo split a tre. Non hai ancora pubblicato nulla su un’etichetta. Perché questo processo ha richiesto così tanto tempo per te? Questa protratta tempistica rappresenta un’intenzione da parte tua di perfezionare il suono prima di lavorare su un lavoro per un’etichetta?

“Sì. Volevamo prenderci tutto il nostro tempo, lasciare che il nostro materiale e le nostre capacità si sviluppassero e essere completamente assorbiti nell’esplorazione del territorio caotico in cui ci muoviamo”.

Lo stile della musica degli ANTEDILUVIAN si è evoluta considerevolmente rispetto alla manciata di versioni che hai registrato. L’intera direzione della band sembra aver preso forma gradualmente nel corso di questi demo con ciascuno che esprime una direzione più chiara di quella precedente. Cosa ha stimolato questa continua crescita?

“Ci spingiamo costantemente e siamo aperti a un canale caotico e perverso che rifiuta la singolarità e la semplicità.”

Va notato che il tuo gruppo non si affida ai soliti siti internet “social media” come conduttori per diffondere la musica. È una decisione intenzionale da parte tua? Prevedi di utilizzare questi canali banali per questi scopi?

“Stiamo costruendo un sito web adeguato, ma non uso altri strumenti di social networking su Internet, anche se sono più indifferente che radicalmente contrario a tali sfoghi”.

Gli ANTEDILUVIAN sono solo un duo, in questo momento. Hai pensato di aggiungere nuovi membri per ottenere un suono più completo o ti accontenti della line-up così com’è attualmente?

“Sì, stiamo pensando di provare a trovare altri membri, il che sarebbe una cosa molto difficile dal momento che persone con mentalità simile sono scarse o già coinvolte nel gruppo. In concerto suoniamo in maniera devastante così come siamo, anche se altri musicisti dal vivo non sarebbero un danno e un giorno magari li useremo. “

A quanto ho capito, anche se esercitandosi in altre campi della musica, Mars-Sekhmet ha iniziato a suonare la batteria solo all’inizio degli ANTEDILUVIAN. I suoi progressi e la sua abilità sono chiaramente evidenti. Quale esercitazione musicale ognuno di voi ha nel suo background? Cosa ha portato al suono della batteria modificata, nelle due ultime registrazioni?

“Non ho alcuna formazione musicale formale, MS ha un esercitazione formale di pianoforte, violino e teoria musicale, il suono della batteria cambiata è dovuto al cambio di kit di batteria”.

Che attrezzatura di registrazione usi? Questo è cambiato nel corso delle pubblicazioni? Hai avuto qualche aiuto con la produzione dei demo?

“Abbiamo registrato personalmente tutte le demo e, con il progredire, abbiamo acquisito apparecchiature migliori, il nostro mini album in uscita” Revelations In Excrement “è stato registrato presso lo studio Death Cult di Edmonton.”

Un altro elemento che contraddistingue gli ANTEDILUVIAN oltre a molte altre nuove band Death Metal è l’artwork che accompagna le pubblicazioni. Sei responsabile di questa visione? Cosa stai cercando di trasmettere con la tua selezione di opere d’arte? L’opera d’arte è stata creata appositamente per accompagnare la musica e, in tal caso, come viene coltivata la relazione tra l’arte e la musica?

“Sì, sono responsabile, sto cercando di trasmettere i concetti trovati nei testi, affrontando le origini della materia e della coscienza e contrastando le visioni interne ed esterne della realtà.Dalla demo split in poi, ho usato l’astrazione formale per alcuni in misura tale da far riferimento all’importanza del materiale reale, vale a dire la materia. Tuttavia, questo è sempre combinato con alcuni elementi rappresentativi per fare riferimento alla nostra capacità di percepire simboli e associare concetto e pensiero in ciò che vediamo “.

Il tuo logo è unico in quanto sembra non contenere alcun carattere linguistico. Cosa rappresenta e perché l’hai scelto come simbolo per rappresentare gli ANTEDILUVIAN?

“È quello che sembra … Caos vigile. Il simbolo degli ANTEDILUVIAN è un simbolo perché lo scegliamo. La sua forma è di materia caotica, creata senza controllo, ma usandola come simbolo la controlliamo, decidendo di percepirla in maniera significativa. Ecco come l’occhio e la mente si relazionano. Esploriamo guardando come aventi molteplici implicazioni; da una parte c’è l’interpretazione personale, interiore, introspettiva, e dall’altra la coscienza (dell’esterno): considerarci come siamo in relazione con gli altri e con tutta la materia con cui interagiamo nella realtà. La visione esterna si riferisce anche a concetti come gli osservatori prometeici, l’idea di un’influenza esterna / ignota che conferisce consapevolezza o conoscenza carnale “.

Prenderesti mai in considerazione l’idea di usare opere d’arte create da terzi o è essenziale per il messaggio degli ANTEDILUVIAN creare l’opera d’arte così come la musica?

“Potrei prenderlo in considerazione, dipende ovviamente dalle circostanze e non lo escludo, probabilmente collaborerò con un membro dei Witchrist per uno split 7 pollici che stiamo facendo con loro. Allo stesso modo tutta l’arte e il design per il progetto di cui sopra. “

Di recente hai firmato con la Invictus Productions per l’uscita del tuo album di debutto. Come è nato questo legame?

“Darragh della Invictus ci ha contattato per e-mail e ha chiesto di pubblicare per loro.” L’album di debutto è in fase di scrittura. In questo momento Darragh ha appena pubblicato una compilation dei nostri primi due demo e il materiale della demo split, chiamato “Watchers ‘Reign” e funge come elenco delle nostre registrazioni iniziali. “

Quanto parte dell’album hai scritto fino a questo momento? Puoi dare qualche descrizione del carattere delle canzoni che hai già completato?

“Per l’album abbiamo circa 5 canzoni completate e altre ancora in corso. Le canzoni finora sono variate nella trama e contengono strani elementi, prendono i diversi stili che tocchiamo e li rendono irriconoscibili. Alla fine, gli strani ingredienti che canalizzeremo si trasformeranno in un abominevole nuovo buco. “

Hai anche un MLP da 10 “intitolato” Revelations in Excrement “che è stato registrato e dovrebbe essere rilasciato molto presto. Ho avuto la fortuna di ascoltare un promo di questo materiale e credo che sia il più sviluppato del tuo lavoro. Puoi dirmi di più su queste nuove registrazioni? Qual’è l’etichetta che lo deve pubblicare e quando ti aspetti che esca? (NOTA: Al momento in cui questa domanda è stata scritta, gli ANTEDILUVIAN hanno fatto uscire questa versione per un’altra etichetta. Solo dopo che questa versione è venuta meno, la Bird of Ill Omen è stato coinvolta).

“Sarà pubblicato su Bird Of Ill Omen negli Stati Uniti. Ci aspettiamo che uscirà nell’ultimo trimestre del 2010. Questa è stata la nostra prima registrazione in uno studio come ANTEDILUVIAN. L’ingegnere del suono aveva molta familiarità con il tipo di territorio musicale che esploriamo, e quindi è stata una situazione ideale per la registrazione in studio, dato che abbiamo favorito la decadenza e l’estraneità riscontrate nel nostro suono.”

Hai concepito e disegnato l’artwork per “Revelations In Excrement?”

“Si l’ho fatto.”

Fino ad ora, proprio come ogni uscita, questo ha portato maggiore attenzione al tuo lavoro, ti aspetti che, quando verrà pubblicato, l’album rifletterà un nuovo plateau per il tuo sound?

“Sì. Sono consapevole che il nostro nuovo materiale è più complesso e in qualche modo diverso e nuovo rispetto a qualsiasi cosa abbiamo fatto. Le nostre canzoni stanno fluendo in forme uniche, forgiate con gli strumenti che abbiamo acquisito mentre scrivevamo tutte le nostre demo fino ad ora pubblicate. È inevitabile che l’album si manifesti come qualcosa che va al di là di tutto ciò che abbiamo fatto finora “.

Hai anche registrato una traccia per uno split con i Witchrist che verrà pubblicata sulla mia etichetta, la Bird Of Ill Omen Recordings. Perché hai deciso di lavorare con i Witchrist? Qual’è il confronto della canzone per questo split con le altre versioni? (Nota: questo EP split sarà presto distribuito sotto l’insegna dell’eccellente Nuclear Winter Records.)

“La canzone è molto ritmata e improvvisata, è sulla falsariga del materiale di” Under Wing Of Asael “e” Revelations In Excrement “. È stata registrata nella stessa sessione di quest’ultimo. Siamo stati in contatto con i Witchrist per un po ‘di tempo e abbiamo deciso molto tempo fa di fare un split: la qualità del materiale carpito nel loro recente album “Beheaded Ouroboros” consolida la legittimità e la necessità che questo split avvenga. “

Quanti rituali dal vivo hai eseguito fino ad ora? Cosa c’è da aspettarsi in uno spettacolo degli ANTEDILUVIAN? Hai intenzione di continuare a esibirti dal vivo?

“Abbiamo suonato sette concerti dal nostro debutto dal vivo a ottobre; i nostri spettacoli portano l’esibizione a espandersi oltre i suoni e le immagini tipiche: le parti animali, le sculture o altre manifestazioni sono sempre incorporate, inoltre utilizziamo introduzioni uniche per le canzoni che vanno oltre il materiale registrato. Non abbiamo piani per altre esibizioni dal vivo in questo momento, poiché ci stiamo concentrando sulla creazione di nuovo materiale per il nostro album, dopodiché ci aspettiamo che riprendano “.

Alcune delle registrazioni incorporano elementi aggiuntivi come chitarre sovraincise, tastiere o vari suoni alieni. Sei in grado di trovare un modo per ottenere questi suoni dal vivo? Ti esibisci anche come live a due parti? Cerchi di ricreare il suono registrato o produci qualcosa di diverso nel contesto delle esibizioni dal vivo?

“L’esecuzione in due parti è sia una rovina sia una benedizione: la stratificazione funziona diversamente quando suoniamo dal vivo ma è ancora presente Non parlerò troppi dei dettagli tecnici, basti dire che l’atmosfera è soffocante e tende a andare oltre le versioni delle canzoni sulle registrazioni, elementi di improvvisazione e effetti programmati sono usati per migliorare la presentazione. “

Quali band hanno avuto l’influenza più profonda sul suono degli ANTEDILUVIAN? Ascolti e sei influenzato dalla musica al di fuori della scena metal?

“Ascolto tutti i tipi di musica, sì, mi stanco di elencare le band nelle interviste ma gli artisti più grezzi, astratti e atmosferici sono i più attraenti. Penso che le influenze più profonde vengano dall’interno e che la corrente interiore sia ciò che mi causa il connettermi con determinati artisti / stili, anche se è impossibile negare l’effetto che una vita di ascolto della musica può avere in un’influenza esterna della propria mentalità. Ascoltare musica ambient / sperimentale dà molto più al nostro suono oscuro di quanto si possa immaginare, rispetto di chi usa i tipici strumenti Metal. “

Ci sono delle band attuali con le quali senti di avere una connessione musicale, ideologica o estetica?

“Il lavoro di altri artisti è sempre aperto all’interpretazione”.

Quali filosofie, ideologie o sistemi mistici hanno contribuito in modo significativo al contenuto tematico del tuo lavoro?

“Ho letto abbastanza, ma comunque considero di aver solo scalfito la superficie per quanto riguarda i” sistemi mistici “. Se dovessi scegliere una cosa come un importante punto di partenza per scritti spirituali o religiosi, direi opere bibliche / apocrife “.

Sei influenzato da qualche pratica che consente la trascendenza della mente al di sopra del regno di questa esistenza profana e ordinaria come la magia, lo yoga, la meditazione o anche la droga? In tal caso, influisce sul carattere della musica che crei?

“Sono aperto a questi tipi di pratiche, penso che sia importante andare oltre il banale, ma solo quando i risultati sono legittimi.”

Il Death Metal non è mai stato considerato un ceppo “spirituale” del Metal nello stesso modo in cui il Black Metal lo è, ma negli ultimi anni ha visto un accrescimento nel cosiddetto “Occult Death Metal”. Senti un’affinità con questa corrente nel Death Metal?

“Il tipo di “corrente” a cui ti riferisci si è manifestata nella musica sin dall’inizio, ho un’affinità per le band che canalizzano davvero l’energia caotica distruttiva e lascio l’etichetta del genere agli ascoltatori. I generi sono simili in termini di somiglianza sonora piuttosto che in caratteristiche specifiche come la “spiritualità”: più si approfondisce questo tipo di musica, più queste divisioni di genere cadono a pezzi o si intrecciano, di solito le band che sfidano le classificazioni e le aspettative sono comunque più interessanti “.

Come percepisci i concetti di “buono” e “cattivo”? Queste forze sono veramente in opposizione l’una all’altra o sono emanazioni necessarie della stessa forza all’interno del piano dell’esistenza? Che ruolo giocano gli elementi “più scuri” dell’universo nella musica degli ANTEDILUVIAN? Questi concetti, come quello di “Dio” e “Satana” esistono in opposizione dinamica tra loro o è una finzione propagata dalla visione dualistica dell’universo inerente alle tradizioni monoteiste?

“Basta dire che l’esistenza sopravvive solo attraverso la morte e molti di questi concetti nascono cercando di evitare o sovradimensionare questo semplice fatto: l’oscurità assoluta è l’impossibilità di esistere in assenza del fatto suddetto. Raggiungere questa impossibilità è anche noto ad alcuni come luce o illuminazione. “

In particolare, noto che la tua musica mostra spesso spostamenti temporali che promuovono un effetto disorientante nell’ascoltatore e ti riferisci addirittura alla tua musica come “tempo che distrugge il Death Metal”. Come affronti i vincoli temporali inerenti alla musica occidentale?

“La tipica musica occidentale è per la maggior parte noiosa, evitando o elaborando la rigida dipendenza dai 4/4 o dal ¾, rende la musica e le canzoni immensamente più interessanti da suonare e ascoltare”.

Quali sono le fonti principali di ispirazione per i tuoi testi e quali argomenti hai approfondito nella loro scrittura?

“Le fonti primarie finora sono state per lo più la Bibbia e il Libro di Enoch.”

Lo stile degli ANTEDILUVIAN è indiscutibilmente unico. L’identità, tuttavia, è un tratto caratteriale fin troppo raro in questo periodo in cui la maggior parte della scena Metal è composta da simulacri. Questa unicità nella tua musica è una ricerca calcolata o si è evoluta in modo naturale? Pensi che ci sia ancora molto spazio per il Metal in generale e il Death Metal in particolare, per andare avanti?

“Dal mio punto di vista, ci sono state numerose band recentemente che hanno spinto l’involucro in una direzione che trovo perspicace, e quindi in quel senso, sì, può andare avanti, e penso che ci siano ancora molti modi in cui può andare oltre ancora. L’unicità della mia musica è in parte dovuta alla preferenza a suonare qualcosa di diverso rispetto a qualcosa di ripetitivo. Mi piace ancora ascoltare la musica ripetitiva, comunque. Mi piace anche ascoltare musica strana, inquietante, imprevedibile; c’è qualcosa di intrinseco in me stesso che si riferisce veramente a quel tipo di cose. Trasmetto questa qualità inquietante dentro le nostre registrazioni. “

Quale immagini sarà la traiettoria del Metal nel prossimo decennio? Diventerà più rilevante o semplicemente un modo di espressione singolare e anacronistico? Sebbene abbia chiaramente guadagnato popolarità, il Metal è diventato più o meno rilevante all’interno della nostra società negli ultimi anni? Il Metal ha un ruolo o uno scopo diverso ora rispetto a quello che ha fatto negli anni ’80 o ’90?

“Diversi tipi di musica guadagnano o perdono di frequente rilevanza nella società mondana, spesso a prescindere dalle intenzioni degli artisti, tuttavia ci sarà sempre bisogno che questa società abbia uno sfogo aggressivo. Nel peggiore dei casi, il Metal può semplicemente soddisfare questo bisogno della persona media che allo stesso modo guarda il wrestling o gli sport. Il fatto che questo sfogo per la violenza debba esistere significa che la nostra società è completamente isolata dalla realtà dell’esistenza che normalmente alimenterebbe questa tendenza all’aggressione e alla distruzione. Ci siamo evoluti per uccidere per il nostro cibo e uccidere per la nostra terra, eppure oggi la persona media nel mondo occidentale è completamente esclusa dal riconoscere anche il più remoto sguardo alla realtà plumbea dell’auto-sostentamento. Detto questo, considerare come il mainstream del Metal si applica alla massa non è un argomento che influenza il nostro lavoro, se non quello di ricordarci di nuovo: tutto ciò che facciamo si basa sul sovvertimento della tipicità mondana, scavando oltre la motivazione superficiale e (ri)-stabilendo una connessione con la realtà della morte che esiste in tutte le forme viventi e con la vera morte che non può nemmeno esistere “.

Jason Campbell

Page 1 of 2
1 2