SVARTIDAUÐI: “IL NULLA PERPETUO”

Attraversa i confini degli incubi e avventurati nella sfera degli orrori e contempla il riflesso distorto dell’immenso nulla dell’universo.

Le Scritture sono così capovolte, sono la corona di mondi divorati e contaminati da angeli avversi di abominazioni abissali. Oh illuminante orrore trismegisto, vomita il sorriso di uccelli morti nella muffa intrisa di sangue.

Adornano l’altare con viscere di puttane, dall’inferno entro nella cappella bianca. Una testa viene chinata, inorridita davanti alla mutilazione trascendentale della mente all’interno della notte impenetrabile.

Il nulla perpetuo.

TEMPLE OF BAAL: “SIGNORE DELLA CONOSCENZA E DELLA MORTE”

Abbraccio la Dannazione
Cammino sul sentiero della Perdizione
Riconosco la pazzia
E il suicidio della mia anima
Accetto il rifiuto
Sarò la peste cavalcata
Abbraccio il caos
Per la tua luce, per la tua gloria
Signore della conoscenza, Signore della morte
Incarnerò il tuo mistero
Abbandonando tutti i legami umani
Incarnerò la tua maledizione

Questo sangue è tuo
Questa carne è tua
Questo cuore pulsa dentro le tue fiamme
Queste parole sono tue
Queste preghiere sono tue
Questa lingua parla il tuo nome divino
Questi occhi, si aprono abilmente
Queste braccia si diffondono in passione
Questo impegno è la mia promessa
Questo giuramento è il mio orgoglio
Signore della conoscenza, Signore della morte
Signore della Salvezza
Signore della conoscenza, Signore della morte

Consacrazione sacramentale

Ingannando … Anime del nulla …
Sputo sulla tua mancanza di fede
Perché ho visto e so
E alla luce del mio Signore, ascenderò

BLAKK OLD BLOOD: “BRUCIANDO LE CHIESE”

Patetico Impero, caduta dalle fiamme

Il Fuoco dell’Inferno pulisce il mondo

Percependo il calore di una notte fredda-Cielo Oscurato illuminato di rosso

Costruzioni di un dio debole – Estinte dal fuoco!
L’odore seducente di benzina-Impregna l’aria di mezzanotte
Pronto per l’attacco finale-la forza di dio cade nel fuoco

Chiese che ardono – su tutto l’orizzonte
Chiese che ardono – il segno della vittoria
Chiese che ardono – su tutto l’orizzonte
Chiese che ardono – il segno della vittoria

Patetico Impero, caduta dalle fiamme

Il Fuoco dell’Inferno pulisce il mondo

Chiese che ardono – su tutto l’orizzonte
Chiese che ardono – il segno della vittoria
Chiese che ardono – su tutto l’orizzonte
Chiese che ardono – il segno della vittoria

Gesù Cristo cade a pezzi – dalle fiamme eterne dell’Inferno
La croce dello stupido-Divorato da un calore infernale
Pronto per l’attacco finale-la forza di dio cade nel fuoco

Bruciando le chiese
Bruciando le chiese
Bruciando le chiese
Bruciando le chiese

SINMARA: “VERMINAIO”

Caos armonico e follia orchestrata
Orrori assurdi, crepuscolo psicotropo
Visioni riflesse, lode al portatore di illusioni!
Inquietante incubo di orribile saggezza
Tormenta la psiche e contempla la morte
Testimone della deformazione delle facce e degli occhi cavati
Oltre queste mura nevrotiche
Nel profondo della sinagoga corporea
Teschi marci infestati da ratti e larve
Consentire il cenno delle tempeste
Estasiato con odio
Accecato dal tremolio delle stelle
Nascosto nei disordini
Delirante dagli odori inebrianti
Il sacrario cerebrale si è scisso
Tutte le spore inghiottite
Tutti i sogni sono invertiti

MITOCHONDRION: “TETRAVIRULENZA (PESTILENTIAM INTUS VOCAMUS, VOLUNTATEM ABSOLVIMUS PART III)”

Abbatti Saturno
Non mi consumerai mai
Abbatti Saturno
Tra poco sarò puramente l’undici !!!

Fai prosperare l’uomo, mutalo verso il sublime
Riconciliare i numeri perduti a lungo nella coesione spirituale
La bile più nera, PURIFICA
Splendente, ILLUMINARE
Insanguinato, UNIFICARE
Dio dentro, STRITOLA L’UNICO MELANCOLICO

Terrorizza il grande malvagio
L’ostacolo nero divorante

Abbatti Saturno
Non mi consumerai mai
Saggezza vetriolo
Maledice il crescente sotto la croce

Oscuro portatore che supererò
Quando l’isolamento regna sull’unificato
La paura ha disturbato le conoscenze da trasformare
Scendi i passi verso l’oscurità, e così lo spirito diventa

Ecco, bevi il sangue di pietra
Ecco, sete alla bile di cenere
Ecco, festa sulla carne di ferro
VENITE! Raccoglieremo e accenderemo l’impuro

La perfezione insormontabile è l’unità di tutto ciò che si oppone
Quando l’uno diventa il compito, e quando poi il compito è l’UNO
Scaccia i segni in discrasia, bilancia il quarto eone,
Le esaltazioni si riorganizzano in verità nihil extraneum

Quando tutti si sono immersi
Quando tutti si sono uniti
Quando tutti sono stati eseguiti
Sentirai
Quando tutti sono diventati TUTTI
Quando tutti sono diventati NIENTE
Quando tutti si sono rivolti a guidare
Sentirai!!
Avrai paura !!
Abbatti Saturno
Non mi consumerai mai
Saggezza vetriolo,
Maledice il crescente sotto la croce
Abbatti Saturno
Tu hai e non mi consumerai mai
Abbatti Saturno
E senti la PAROLA DI SATANA

Perché io sono degli undici
E ho fame come te
La mia purezza, scioglierà il tuo idolo che comanda
E sono io che TI consumerò!

Sento il battito delle ali (DELLA VITTORIA)
Sento lo stridere dei senza nome (DAL PROFONDO)
Porterò il tuo carro (DI MORTE)
Perché sputerò la TETRAVIRULENZA

(E festeggia con Satana il centotrentasette !!!)

HIC IACET: “RITUALE II: PROFEZIA DEL DESTINO”

Sopra lo sguardo impuro della luna
Gli arcani fatali
Esecuzione dell’ombra
Occhio morto in una vita devastante
Enigma della morte
Potere magico della risurrezione
L’odio di Horus
Crematorio per il falso Dio
Rivelazioni apocrife
Tirannia del sole nero
Caduta di Cristo
Cieli coperti di sangue
Apocalisse profetizzata
Per la luce bianca
Entità occulte
Proclama il suo arrivo

INTERVISTA ALL’ ORDINE MISANTROPICO LUCIFERIANO (METALION/SLAYER MAGAZINE) [PARTE 1 E 2]

http://www.chaosophie.net/?p=208   (parte 1)

http://www.chaosophie.net/?p=218   (parte 2)

Ecco la prima parte della traduzione in francese di Absentia dell’autorevole intervista a due membri dell’Ordine Misantropico Luciferiano (Frater Nemidial sotto lo pseudonimo di Noxifer e Jon Nodtveidt sotto lo pseudonimo di Tenebris), fatta da Jon “Metalion” Kristiansen per la Rivista Slayer nel 2001.

Cosa occorre per diventare un Satanista?

Noxifer: Un Satanista è una persona che si presenta come un “critico” e “avversario”, che lotta incessantemente contro lo status quo, affermando in questo modo il suo sviluppo personale e l’evoluzione, che attraverso il Caos non può raggiungere da solo. Ciò che è necessario per una persona che “vuole essere un satanista” è una volontà molto forte per comandare e un’attrazione ancora più forte per l’ignoto, è per la saggezza sinistra e segreta; questo è il dono di Lucifero ai pochi eletti che si avventurano sul sentiero delle fiamme, che è la via del Satanista Anti-cosmico Trascendentale.

La misantropia e il disprezzo della società sono anch’essi elementi essenziali del vero Satanismo. Perché se è necessaria una volontà di ferro per raggiungere l’evoluzione spirituale e realizzare l’Eone Eterno Oscuro, che è l’obiettivo più importante del Satanista Anti-cosmico, il dedicare un feroce odio all’ordine prevalente e le sue pecore, che si sottomettono con piacere alla tirannia del demiurgo, così come alle religioni luminose cosmopolitiche, lo è altrettanto. Per poter aspirare a trascendere lo stato cosmico attuale e unirsi agli dei oscuri, che sono aspetti diversi del Caos furibondo che regna al di fuori del cosmo e dell’universo stabilito, il Satanista deve possedere la “Fiamma Nera del Caos” che brucia in essa. La Fiamma Nera è, quindi, di gran lunga il concetto più importante nel Satanismo Anti-cosmico.

“La Fiamma Nera” è il nome esoterico della scintilla originale del Caos che brucia ancora nelle anime oscure dei più forti. Questa Fiamma Nera è la stessa potenza di “Il Sangue di Kingu” tra i Sumeri, che “Il Seme di Apep” negli antichi culti draconiani egizi e “La Fiamma di Molok” tra i maghi Qliphotic e Anti-Sephirotici . La fiamma nera è anche il “Pneuma” degli Gnostici oscuri ed è stata anche chiamata “Scintilla Divina”. È questa scintilla divina che è lo spirito dei Caos-gnostici e dei Satanisti Anti-cosmici. È la loro forza interiore che li porta a lottare contro l’ordine cosmico, vita dopo vita, per raggiungere finalmente la comprensione e la saggezza che risveglierà completamente la fiamma nera del Caos / Sangue di Kingu e brucerà le barriere fisiche e spirituali in cui siamo incatenati in questa prigione cosmica, che il “demiurgo” (cioè il creatore pazzo) ha creato inizialmente.

Siamo stati sradicati dal Caos, contro il nostro desiderio, ma la Fiamma Nera rafforza la nostra volontà e ci dà l’opportunità di riconquistare la nostra origine: il Caos selvaggio, oscuro, paradossale, terrificante, bello ed eterno, cioè il drago Tiamat. Pertanto, è essenziale per una persona che desidera seguire la “sinistra via” della mano sinistra, avere una comprensione della fiamma nera interiore, che è un riflesso della Fiamma Nera esterna ed eterna, Lucifero, il nostro padre orgoglioso e crudele, il portatore di luce! Possa la fiamma nera accendere il mondo! HAIL KAOS!

Quali sono le ricompense quando consacri la vita a Satana / Satanismo?

Noxifer: Abbiamo già risposto a questa domanda, ma potremmo aggiungere che vediamo Satana come la parte furibonda/ anti-cosmica del Caos che viene descritta come “Luce Nera”. Cioè, il potere che si oppone al demiurgo e mira a schiacciare il cosmo e il suo creatore in modo da ripristinare il Caos Originale Senza forma che regnava davanti alla luce prima della nascita del demiurgo.

Uno degli obiettivi di Satana / Lucifero è di rilasciare i frammenti dell’eterna Fiamma Nera imprigionata nel cosmo. Così, quando il Satanista si dedica a Satana / e il Satanismo, si dedica anche alla sua stessa liberazione. Il Satanista Anti-cosmico è il guardiano della Fiamma Nera / Sangue di Kingu e la ricompensa per aver tenuto la Fiamma Nera Ardente per gli ultimi millenni è quella di salire ai troni neri dell’antica Divinità Oscura del Caos. Per divenire il portale vivente che conduce al Caos! Ma l’obiettivo più importante e la ricompensa finale per un Satanista, è essere tutt’uno con il Drago del Caos, libero dalle catene del cosmo. SILIM-MADU TIAMAT !

Alcuni dicono che uno è Satanista dal giorno della sua nascita. Come lo vedete?

Noxifer: Come Satanista Anti-cosmico, so che siamo costituiti da un corpo, un’anima / corpo astrale e lo spirito / fiamma nera. Ogni volta che moriamo, il corpo e il corpo astrale vengono distrutti e il prana cosmico / forza vitale viene risucchiato nel cosmo per essere riciclato nella circolazione cosmica. Alcuni maghi neri sono in grado, attraverso la pratica del vampirismo, di programmare i loro corpi astrali per nutrirsi della forza vitale di altri esseri viventi, dopo la morte del loro corpo fisico. In questo modo, evitano il reimpiego del loro corpo astrale da parte dei poteri cosmici. Tuttavia, coloro che praticano il vampirismo astrale non sono, nella maggior parte dei casi, Satanisti Anti-cosmici e non portano in sé la fiamma nera. Negano l’esistenza dello spirito / fiamma nera e considerano l’anima / corpo astrale come l’essenza più profonda della loro esistenza. È quindi della massima importanza che questi “vampiri” mantengano in vita i loro corpi astrali per evitare la “seconda morte”, cioè il corpo astrale.

A noi, d’altra parte, che bruciamo con la Fiamma Nera e che, attraverso gli eoni passati, abbiamo resistito agli attacchi degli dei della luce il cui obiettivo è quello di estinguere il nostro Fuoco Caotico Interno, al fine di rompere i legami oscuri che ci collegano con i poteri del Caos, non ci importa del corpo e dell’anima / corpo astrale. Perché sappiamo che finché la Fiamma Nera brucia, con l’aiuto dello spirito dedicato all’oscurità e una volontà forte, saremo reincarnati vita dopo vita. Questo processo è chiamato “essere incatenato alla ruota della vita”. Quindi, se la fiamma nera brucia nella tua vita passata, allora brucerà anche in te in questa vita. Con questo e per questo, puoi dire di essere un satanista dal giorno della tua nascita.

Tuttavia, è importante tenere a mente che il demiurgo mira a estinguere tutte le Fiamme Nere, che consumano la sua creazione dall’interno, e quindi costringerci a bere il “Lethé”, il fiume dell’oblio; ogni volta che moriamo, ci fa dimenticare la lotta del Caos contro l’ordine e la lotta del fuoco interiore Caotico per liberarci dal cosmo. Per questo, a volte dobbiamo essere risvegliati da questo sonno e dall’oblio in cui il demiurgo ci immerge. Questa consapevolezza viene solitamente chiamata “il morso del serpente, che apre gli occhi agli eletti”. Consegnare il “morso del serpente” per svegliare quelli di noi che stanno dormendo è anche una delle missioni del Satanista Anti-cosmico. Così il Satanista non vuole salvare le masse, come le religioni della via della mano destra, ma essere l’élite oscura e sinistra a cui apparteniamo. HELL SATANACHESH! Morte per i deboli!

Siete impegnati nel MLO (Misantropiska Lucifer Orden). Parlateci un po ‘di questa organizzazione. Quando è nata, quanti membri ha, etc. ?

Noxifer: Il Misantropiska Lucifer Orden (Ordine Misantropico Luciferiano ndt) è un ordine offerto alle forze anti-cosmiche, alla fortificazione, alla liberazione per raggiungere infine la divinità della Fiamma Nera interiore. Uno dei nostri obiettivi è quello di trovare e riunire gli eletti, che vivono dopo la vita, è che hanno agito come portali viventi per il Caos che regna oltre le barriere del cosmo. Coloro che, con la concentrazione di energie dissonanti e anti-cosmiche, hanno contribuito ad accelerare l’evoluzione anti-cosmica e l’avvento dell’infinita oscurità. Il MLO vuole, attraverso l’unione e la concentrazione del fuoco nero bruciante del Caos che arde nei cuori degli eletti, con questi guerrieri della via della mano sinistra, bruciare nuovi buchi nella coscienza cosmica e aprire nuovi portali oscuri nell’inconscio collettivo umano. In questo modo, contribuiamo all’invasione del cosmo e della psiche umana da parte degli dei oscuri.

Il MLO studia tutte le dottrine esoteriche e pratica la magia nera anti-cosmica per aumentare i poteri dei suoi membri e degli dei oscuri, sia spiritualmente che materialmente. Causando l’eclissi della nostra mente, oscuriamo il macrocosmo nel suo complesso. Ci sono, tuttavia, tre rami principali nella magia nera che il MLO esplora e pratica. Questi tre metodi oscuri portano tutti alla libertà anti-cosmica e al potere eterno nel Caos. Questi sono: il Caos-gnosticismo Sumero, il Setianismo draconiano e l’Anti-kabbalah qlifotica. Sviluppando e combinando a un certo livello questi tre sistemi, vogliamo creare nuove mitologie oscure, nonché filosofie e riti che contribuiranno all’evoluzione personale dei nostri membri e al risveglio della Fiamma Nera, per coloro che, nella vita presente, sono immersi nel sogno costretto all’oblio.

Le ambizioni più esoteriche del MLO sono di fornire uno spazio ai Satanisti Anti-cosmici per scambiare pensieri e idee con persone che la pensano allo stesso modo, e in questo modo per favorire i loro progressi sul sentiero della mano sinistra, che è la via del Drago Nero. Il MLO pratica il Satanismo Anti-cosmico che, esponendoci al pericolo reale, l’odio, il potere, la forza, le battaglie, l’oscurità, la morte e il caos, rafforza la nostra identificazione con gli dei oscuri che ammiriamo. Il nostro cammino è quindi un atteggiamento rigoroso e pericoloso, che mette alla prova i nostri affiliati ed elimina i deboli. Poiché solo i forti, che possiedono in loro la volontà di potenza, e che si rendono conto che la conoscenza è potere, riescono a percorrere l’ardente cammino. È attraverso i nostri studi che seminiamo i semi del potere nelle nostre menti e quando il seme è cresciuto e sbocciato, possiamo realizzare la nostra possente magia. Il Satanista è il messaggero del Caos, che deve sempre personificare il potere, l’oscurità e la gnosi sinistra. Ciò che non ci rende più forti uccide la mente, ed è per questo che dobbiamo lottare costantemente per il progresso e l’evoluzione Anti-cosmica. L’MLO ad esempio oggi ha una struttura completamente diversa e sta crescendo più di quanto pensassimo quattro anni fa. Continuiamo ad evolvere e svilupparci ogni giorno che passa, ma i nostri obiettivi saranno sempre gli stessi. Caos = Evoluzione. Quelli che non diventano più forti devono morire per fare spazio a quelli che lo sono. “La forza è il diritto! “

Tutte le informazioni sui nostri affiliati sono confidenziali e nessuna sarà resa pubblica, ma potremmo aggiungere che il nostro Ordine (fondato nel 1995) è oggi più forte che mai, è il fuoco del Caos che brucia la creazione dell’interiore! GLOIRE A AZERATE 218 ! AVE NEX-FERO !

Cosa serve per diventare un membro dell’MLO? E che apporto da?

Noxifer: Affinché un candidato diventi membro del MLO, deve essere maggiorenne e abbracciare pienamente i valori misantropici e Anti-cosmici del nostro Ordine. Il candidato deve già essere un Satanista Anti-cosmico / Caos-gnostico e un praticante mago nero, pronto a dedicare la sua intera esistenza a seguire la vera volontà, in accordo con quella degli dei oscuri. Il candidato deve quindi contattare l’Ordine scrivendo a uno dei nostri indirizzi (che può essere trovato da chi lo desidera veramente, ad esempio via e-mail), descrivendo le sue convinzioni e ciò che lo interessa nel aderire al MLO.

Se l’Ordine considera questa proposta seria e intelligente, il candidato sarà messo in contatto con un fratello / sorella dell’Ordine di secondo grado. Per almeno sei mesi, il candidato sarà introdotto alle basi del MLO, la nostra magia Anti-cosmica, la nostra filosofia e mitologia / demonologia. Il candidato riceverà anche istruzioni su come costruire il suo “altare nero” con il “pentagramma spezzato” al centro. Se il contatto ritiene che il candidato abbia un forte interesse nel lavoro del MLO e che possa contribuire allo sviluppo degli altri membri in un modo o nell’altro, sarà, dopo un minimo di sei mesi , introdotto nella prima cerchia esterna dell’Ordine, la Legione Misantropica o “Cerchio Taninsam”, diventando così un membro del primo Ordine. Come membro di primo grado, il candidato avrà accesso ai testi più esoterici, a vari rituali e sarà in grado di prendere parte alla maggior parte delle attività dell’Ordine come riunioni, feste e cerimonie. Prima che il candidato / membro di primo rango possa diventare un membro a pieno titolo (membro di secondo rango e il primo circolo ristretto del MLO, diventando un “Sacerdote / Sacerdotessa di Satana”), lui / lei deve prima, e questo per almeno un anno, mostrare la sua profonda devozione e lealtà verso l’Ordine e la nostra opera Anti-cosmica. Spetta quindi al contatto valutare se il candidato ha la Fiamma Nera e se può impegnarsi nel MLO.

Se il contatto dà un’opinione positiva, il candidato verrà introdotto nel primo cerchio interno e diventerà un “Sacerdote / Sacerdotessa di Satana” e un membro del MLO di secondo grado. Così inizia il viaggio sul sentiero ardente, quello del MLO. “Per aspra, ad astra! “

All’interno del nostro Ordine ci consideriamo reciprocamente come riflessi degli dei oscuri e ci aiutiamo a vicenda con tutto ciò che può facilitare la nostra progressione spirituale. Ma stiamo anche favorendo un livello più fisico e materiale nella nostra lotta Anti-cosmica. Ad esempio, eliminando tutti coloro che osano ostacolare uno dei nostri membri. Come Satanisti Anti-cosmici, siamo sempre pronti a uccidere e morire gli uni per gli altri perché sappiamo che nessun altro al mondo- in cui siamo stranieri -merita la nostra lealtà. Noi che serviamo il Caos siamo uniti per sempre dai legami oscuri della Fiamma Nera. GLOIRE À LUCIFUGE ROFOCALE !

Sembra che l’MLO sia piuttosto attivo: quando cercate e reclutate nuovi membri, come riuscite a valutare correttamente chi può aderire o meno? E siete stati contattati da quante persone indegne?

Noxifer: L’MLO non sta cercando nuovi membri, i nuovi membri stanno cercando l’MLO. L’umanità è costituita da bestiame umano che, a causa della propria debolezza e apatia, ha permesso al demiurgo di estinguere le Fiamme Nere del Caos, che bruciavano nelle loro anime all’inizio del tempo. Ora sono pecore che si sottomettono volontariamente alla tirannia cosmica e al demiurgo pazzo. Questo è davvero un problema, siamo stati contattati da alcuni di questi sciocchi che credono che il Satanismo sia una specie di gioco, ma di solito separiamo i lupi dagli agnelli piuttosto facilmente. Contattare l’MLO senza una motivazione seria di solito porta a ritorsioni. Solo l’uno per cento di tutti coloro che si dichiarano Satanisti hanno valore e sono loro stessi, è questa élite segreta, a portare ancora la scintilla divina del Caos. L’albero oscuro della saggezza deve essere nutrito con il sangue degli indegni. Solo allora potremo raccogliere i frutti della vera conoscenza! Gloria alla misantropia! Gloria agli eletti!

È possibile essere contemporaneamente membro del MLO e di un’altra organizzazione satanica?

Noxifer:  È possibile essere membri di un’altra organizzazione satanica e far parte del MLO solo se la filosofia, i valori e le dottrine dell’altra organizzazione non sono in contrasto con quelli del MLO. Ad esempio, è impossibile essere un membro attivo della “Chiesa di LaVey ” e allo stesso tempo essere membro dell’MLO. Non consideriamo, tuttavia, “la chiesa di LaVey” e la sua prole bastarda, il “Tempio di Set” come organizzazioni Sataniche. Anche se rispetto alle attività di LaVey, il Tempio di Set è un’organizzazione molto più seria e intelligente. Ma non sono, comunque, Satanici. Il loro primo errore è stato cercare di rendere il Setianismo e il principe delle tenebre, Set, qualcosa di accettabile e innocuo. Per diventare una “grande” religione accettata e riconosciuta dal resto della società giudeo-cristiana. Il Satanismo non è per le masse apatiche, ma per gli eletti che hanno la volontà, la conoscenza e il potere di trascendere i limiti della vita e della morte, per essere un tutt’uno con gli dei del Caos.

Il Satanista sputa sulle leggi di “Dio” e quelle dell’uomo; si forgia sulla formula di nostro padre Satana / Lucifero: “Chao ab Ordo” che significa “il Caos proveniente dall’ordine”; il Satanista segue quindi la sua stessa legge, che è la vera volontà dell’eterna Fiamma Nera del Caos. Riguardo al suddetto signor LaVey e alla sua organizzazione, è opinione di tutti i satanisti Anti-cosmici e satanisti tradizionali che LaVey e la sua “chiesa” non abbiano nulla a che fare con il vero satanismo. Il loro “Satanismo da teatro” non è altro che un banale ateismo con un po’ di pseudo occultismo e costumi fantasiosi. Non è sufficiente vestirsi di nero e indossare un pentagramma attorno al collo per essere in grado di proclamarsi Satanista. Il Satanismo è lo strumento che l’élite sinistra usa per raggiungere la liberazione dello spirito / la Fiamma Nera (che ci rende immortali) e non deve essere contaminato da larve apatiche. Il vero Satanismo è rappresentato e interpretato come manifestazione fisica degli dei oscuri e dal modo in cui conduciamo le nostre vite; quindi agiamo come portali oscuri e veicoli di cambiamento, evoluzione / rivoluzione e Caos. Non c’è quasi nessuna altra organizzazione che pratica il vero Satanismo e i membri di MLO non hanno alcun interesse a unirsi a loro.

Intervista di Jon “Metalion” Kristiansen, all’ Ordine Misantropico Luciferiano, Slayer Mag nel 2001. In Metalion, The Slayer Mag Diaries, Bazillion Points, 2011. Traduzione in francese di Absentia, 2015.

Continue reading

ASPRO

Scorreva il tempo, che era “caduto”, nel vuoto, sotto la pioggia.

Pioveva, pioveva a dirotto, senza alcun sentore di ombra tra le parti.

Eravamo di ritorno, dal nostro viaggio attraverso una foresta impervia, fatta di spettri, e aspre battaglie per lo spirito sanguineo che ci accomuna.

Avevamo disceso la nostra coscienza, in maniera scomoda, sconnessa alla realtà che ci contiene, e che noi sappiamo, poter in un istante distruggere.

I nostri Ego lottavano contro altri e innumerevoli ego, che volevano assimilarsi, mangiare, cibarsi degli altri, di chi assomigliava al loro desiderio di distruggere la decadente realtà. La realtà assoluta, contro il nostro spirito sanguineo relativo, espresso come molecole, frammenti minuscoli di specificità. Ego specifico contro l’ego della massa.

Questa lugubre pioggia, il cielo denso di nuvole artefatte, ci spingeva, nel dirigerci, verso il nostro obiettivo, mai finalistico, mai prono al resto che ci circonda.

Ci chiedevamo, pensavamo..questa realtà decadente ha bisogno del rovesciamento del sole di Platone?

Domande che scorrevano, nella profondità, della nostra coscienza ferita, che sanguinava, a ogni piè sospinto.

Noi siamo la specificità di noi stessi, la nostra amoralità specifica, rispecchia, solo quello che noi vogliamo, è che scegliamo che sia, che debba essere “cosi”, per il nostro Io.

Il sole di Platone, che si staglia sopra la foresta di spettri: volevamo dargli distruzione e annientamento, per un attimo, come il nostro respiro, soffio veloce come il lampo che scende e si abbatte su un palazzo abbandonato alle sue macerie.

Un supremo desiderio, dalle viscere del nostro corpo. Attorno alla maleodorante materialità, verità del mondo reale e della sua esistenza.

La Grigia e triste realtà, fatta di sonnambuli attorno a Noi. Di esistenza noiosa, odio per se stessi, marginale, ritornando sempre e solo, a percorrere un percorso fondato sulla quiete.

Ecco, che la distruzione spaccava e spezzava il cielo vitreo sopra di noi, tutto ne era sconvolto, si aprivano squarci tra le nuvole, e bagliori rosso fuoco, creavano un vortice tra il tutto e il nulla.

Ecco, cosa è la Nostra distruzione, un fulmine che annienta gli argini della società, creando caos dentro l’armonia, ritornando a sprofondare, molecola dopo molecola, dentro il nostro sentiero occulto.

ALCUNI FRAMMENTI NICHILISTI

I seguenti testi sono pezzi di scrittura che per qualsiasi motivo vogliono non vedere la luce del giorno nella loro forma originaria prevista. Ho deciso di pubblicare questi frammenti, tuttavia, come contributo al dibattito amorale in corso e la guerra misantropica condotta da terroristi nichilisti, eco-estremisti e altri indomabili Ego di potere, dovunque in questo mondo possano scegliere di occultare i loro luoghi …

A

___________

Mi aggiro tra le ombre delle città come un animale braccato, rabbioso e con sete di sangue.

Guardo intorno a me e ovunque vedo la massa brulicante, trascinandosi avanti e indietro lungo la loro marcia predeterminata attraverso il circuito della necropoli urbana. Percorrendo ordinatamente il mondo sotto i piedi come ratti lobotomizzati bloccati in una ruota. Tutti stringono il loro “smartphone”, crogiolandosi nel malato splendore degli schermi con fili sporgenti dai loro teschi e dalle espressioni vacue, ubriacandosi attraverso le loro facce da idioti. Balbettano mondani nei microfoni tutto il giorno, merda senza senso,si uniscono a vicenda in coda per prendere un “selfie” accanto a questo o quel monumento o edificio sporco. Lo stordimento del loro profumo mi da la nausea. Guardo le loro forme deformate e gonfie, i loro corpi disfatti da tutti gli anni di sottomissione volenterosa, questi spettacoli grotteschi e macabri di un’entità biologica assurda e fallita, dalle cui menti deboli e addomesticate si fa lo spirito divino del “Uomo” manifesto. Questo è l’altare antropogenico su cui deve essere sacrificato tutto l’Ego, su cui poggia ogni idolo nato dalla Morale Cristiana ripugnante, oggi più che mai prominente, le putrescenti ideologie dell’umanesimo e del progressismo e della loro civilizzazione bastarda.

Sputo su tutti questi sporchi parassiti che con ogni singola azione compongono l’interezza della loro spregevole esistenza condannata solo a una nuova desolazione a tutto ciò che è selvaggio su questa Terra, che in un coro patetico alzano le loro voci gracchianti in difesa di questo misero regno decadente della degenerazione. Sputo su tutti i loro altari e idoli, le loro morali e i loro valori. La mia risata sarcastica sarà eco eternamente in tutte le sale cadenti delle loro utopie. Le pire del mio odio iconoclastico bruceranno tutto in maniera luminosa quando la luna è nascosta e regna l’oscurità.

La ripugnanza e il disprezzo riempiono il mio cuore al punto da scoppiare. Urlo dentro e tutto il mio essere mi grida in una ferocia selvaggia. La selvatichezza mi chiama da dentro, grida per me, chiede la vendetta e prendo con fervore il richiamo. La maledizione misantropica del terrorismo nichilista è la mia arma scelta nei templi dell’Uomo e del suo Progresso, è il cancro che diffonde la paura tra le ombre dei territori urbani, l’erba velenosa che diffonde le sue radici fuori cercando nutrimento nella fredda e umida terra.

L’ultimo di ognuno di questi schiavi iper-civilizzati non merita nient’altro che una morte agonizzante, questi cadaveri che camminano per il quale il mondo deve essere trasformato in uno sterile sterrato di modernità e di artificialità. Dico, dunque, che ognuno delle loro case deve bruciare e lasciare che si congelino e muoiano al freddo dell’inverno a loro volta. Lasciate che i loro corpi soffrono di dolore come un veleno. Lasciate che il loro sangue fluisca fuori per nutrire il terreno sterile, facendo sì che la loro paura sia la nostra sola intossicazione mentre cacciamo per sopravvivere nella città. Ridiamo amici miei! Rallegriamoci, balliamo con il sangue e ridiamo!

Qualcuno mi guarda, sorridono gentilmente, ma per guardarli negli occhi dovrei tradire ora il mio desiderio di porre fine alla loro vita senza valore. Mi giro e vado via. Il mio sguardo odioso, le mie passioni criminali e selvagge mi fanno avanzare, sempre in caccia, preparandomi per il prossimo attacco, alla ricerca del segno successivo, la prossima vittima, guardingo per ogni aspirante-eroe. Mentre clandestinamente prendo ciò che mi serve dal supermercato, sento Il peso della lama in tasca, le mie dita giocano attraverso i suoi viziosi bordi. Penso di conficcare la lunghezza dell’acciaio annerito nel collo della guardia di sicurezza o di qualche cassiere, desideroso del flash di paura, nei loro occhi e per ascoltare le loro patetiche grida di misericordia. Sorrido invece educatamente e proseguo sulla mia strada. “Buona giornata”.

_______
Qui nelle prigioni aperte del deserto della modernità, i cimiteri urbani popolati dai morti vivi, sono venuto per conoscere solo l’odio e la disperazione. Sta bene dentro di me, schiumando nella mia bocca si trasforma in una bile velenosa da sputare di fronte a tutta l’umanità.

Qui nella città, automobili, autobus e treni vanno a tutta velocità, riempiendo l’aria con smog e rumore. Brandisco questi ambienti dolorosi. Attraverso l’orizzonte, le torri e i piloni del cellulare che si ergono al cielo grigio, spezzano continuamente il miasma e la tossicità che non può essere vista e i miei occhi si stabiliscono nella loro forma volgare. Il rumore assordante del mondo delle macchine sbiadisce momentaneamente e rimango lì in un silenzio abissale. Contemplo i percorsi di fuga, la quantità minima dei materiali necessari per l’attacco, etc. etc. E continuo la mia strada.

Stanotte, il peso dell’ordigno esplosivo-incendiario nel mio zainetto mi ricorda quello che sono venuto a fare qua, il mio cuore batte più veloce per ogni passo rapido, prendo un respiro profondo e guardo da sotto il mio cappuccio, i denti di leone e plantago che eruttano dalle lastre rotte del concreto. Penso alla serenità delle foreste, alla solitudine delle montagne, calmandomi di nuovo mentre continuo verso il mio obiettivo.

Come desidero sentire l’erba e il suolo sotto le dita dei piedi, per la sensazione della freddezza del vento nei miei capelli e il profumo profumato dei ruscelli di montagna che riempiono i miei polmoni. Voglio ascoltare le canzoni degli uccelli e l’apertura delle foglie in primavera, basarsi sulle lune che guariscono, con i miei compagni al mio fianco, per ascoltare le loro voci, le loro risate e ballare attorno agli incendi dei nostri sogni più selvaggi … Ma no, questa volta, come molte volte prima, devo andare da solo. Ti aspetto dall’altro lato.

Silenziosamente salgo sui tetti. All’interno di questo complesso di appartamenti il sonno è iper-civilizzato. Cosa sognano? Non lo so. Ma stasera si sveglieranno con gli incubi. Blocco l’ordigno tra un fascio di cavi e dopo un ultimo sguardo al cielo soffocato, dico alcune parole a nessuno in particolare, accendo la miccia e scompaio ancora una volta nella notte cacofonica.

_______

La risata eretica riverbera per le strade.

Guardo negli occhi, lontano dall’energia ferale.

Vandalizzando tutto ciò che davanti a noi, diffondendo la criminalità.

Nessuno osa guardarci.

La vista del coltello che scintilla nella tua mano.

Il suono di vetro distrutto che cade sul pavimento.

L’odore dell’incenso si mescola con l’aria sporca.

Un torrente di adrenalina scorre attraverso i nostri corpi,e la nostra perversa e selvaggia gioia annienta le sponde di ogni razionalità come un inondazione, determinata a spazzare via tutto ciò che attraversa il suo cammino.

Mentre le strade si oscurano per annunciare la nostra presenza

Non conoscendo né paura né rimpianto,

Ridiamo e ride.

Individualisti in guerra, ululando nella notte.

Ridere quando le sirene iniziano a suonare in lontananza.

Ridendo, ci dirigiamo nell’ignoto,

Ognuno di noi vagabondi nel proprio percorso

In luoghi dove nessuno può seguirci.

THE CODE OF THE KEY ORDER

leng-tche

 “The law, the radically different formulation of certain condi-tions of conservation of a community, forbids certain actions turning to a defined direction, that is to say when they turn to the detriment of the community: it does not forbid the dispo-sition of mind generating these actions – because it needs such actions, but only if they turn to another direction, i.e. against the enemies of the community”.

“A critique of supreme values”

„Will to power‟ F. Nietzsche

The Misanthropic advancing of Destruction is the discordant pivot of the Nihilist action:
The Centric-Ego is the transmitter of Singular power.

Continue reading