THE NEGATIVE OF HAPPINESS

THE NEGATIVE ONTOLOGY OF HAPPINESS

 

 

 

 

 

 

 

IN ONE OF HIS MOST ILLUMINATING OBSERVATIONS ON HUMAN EXISTENCE, ARTHUR SCHOPENHAUER MADE THE CASE THAT THERE IS NO SUCH THING AS A “POSITIVE” HAPPINESS, OR, TO PUT IT ANOTHER WAY, THAT HAPPINESS IS SOMETHING THAT EXISTS, IN ITSELF, WITH DEFINITIVE CHARACTERISTICS OR QUALITIES. RATHER, HAPPINESS IS NEGATIVE, DEFINED BY THE ABSENCE OF SUFFERING, PAIN, AND DESPAIR. SUCH A POSITION IS CRITICAL TO SCHOPENHAUER’S PHILOSOPHICAL PESSIMISM.

  Continue reading

ALETHEIA

ALETHEIA

 

 

 

 

 

La questione della verità è per Heidegger un questione essenziale; qui il termine essenziale va inteso, riprendendo il linguaggio heideggeriano, in senso verbale, ossia come ciò che nomina l’essere stesso.

La possibilità di sovrapporre la questione della verità a quella dell’essere si evince chiaramente dal fatto che la comprensione di ciò che si intende per verità è conseguente alla comprensione di ciò che si intende per essere. A tal proposito Heidegger mostra, praticamente in tutti i suoi scritti, come il pensiero occidentale nell’arco di tutta la sua storia abbia progressivamente obliato quella che lui chiama la “differenza ontologica”.

  Continue reading

Page 11 of 11
1 9 10 11