MITOCHONDRION: “TETRAVIRULENZA (PESTILENTIAM INTUS VOCAMUS, VOLUNTATEM ABSOLVIMUS PART III)”

Abbatti Saturno
Non mi consumerai mai
Abbatti Saturno
Tra poco sarò puramente l’undici !!!

Fai prosperare l’uomo, mutalo verso il sublime
Riconciliare i numeri perduti a lungo nella coesione spirituale
La bile più nera, PURIFICA
Splendente, ILLUMINARE
Insanguinato, UNIFICARE
Dio dentro, STRITOLA L’UNICO MELANCOLICO

Terrorizza il grande malvagio
L’ostacolo nero divorante

Abbatti Saturno
Non mi consumerai mai
Saggezza vetriolo
Maledice il crescente sotto la croce

Oscuro portatore che supererò
Quando l’isolamento regna sull’unificato
La paura ha disturbato le conoscenze da trasformare
Scendi i passi verso l’oscurità, e così lo spirito diventa

Ecco, bevi il sangue di pietra
Ecco, sete alla bile di cenere
Ecco, festa sulla carne di ferro
VENITE! Raccoglieremo e accenderemo l’impuro

La perfezione insormontabile è l’unità di tutto ciò che si oppone
Quando l’uno diventa il compito, e quando poi il compito è l’UNO
Scaccia i segni in discrasia, bilancia il quarto eone,
Le esaltazioni si riorganizzano in verità nihil extraneum

Quando tutti si sono immersi
Quando tutti si sono uniti
Quando tutti sono stati eseguiti
Sentirai
Quando tutti sono diventati TUTTI
Quando tutti sono diventati NIENTE
Quando tutti si sono rivolti a guidare
Sentirai!!
Avrai paura !!
Abbatti Saturno
Non mi consumerai mai
Saggezza vetriolo,
Maledice il crescente sotto la croce
Abbatti Saturno
Tu hai e non mi consumerai mai
Abbatti Saturno
E senti la PAROLA DI SATANA

Perché io sono degli undici
E ho fame come te
La mia purezza, scioglierà il tuo idolo che comanda
E sono io che TI consumerò!

Sento il battito delle ali (DELLA VITTORIA)
Sento lo stridere dei senza nome (DAL PROFONDO)
Porterò il tuo carro (DI MORTE)
Perché sputerò la TETRAVIRULENZA

(E festeggia con Satana il centotrentasette !!!)

HIC IACET: “RITUALE II: PROFEZIA DEL DESTINO”

Sopra lo sguardo impuro della luna
Gli arcani fatali
Esecuzione dell’ombra
Occhio morto in una vita devastante
Enigma della morte
Potere magico della risurrezione
L’odio di Horus
Crematorio per il falso Dio
Rivelazioni apocrife
Tirannia del sole nero
Caduta di Cristo
Cieli coperti di sangue
Apocalisse profetizzata
Per la luce bianca
Entità occulte
Proclama il suo arrivo

ANTAGONISTE: “IL NICHILISTA”

Non c’è nessun Obiettivo
Nessuna Moralità
Nessun Oggetto
Significato o Scopo
La Realtà non Esiste
L’Esistenza non ha Significato
La Negazione dell’Unico
L’Insensatezza della Vita
Tutte le Idee Umane sono senza Valore
Un Atteggiamento Ascetico come Volontà verso il Nulla

Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
La Quiete come la Morte
In cui Nulla può Penetrare
In cui Tutto Affonda
Impotente

Non c’è una Norma
Nessuna Conoscenza
Nessun Valore Intrinseco
Regola o Legge
Una Distruzione Deliberata
Imposizione di Una sola Interpretazione
L’Auto-Dissoluzione della Religione
Nessuna Forma di Bellezza da Cercare
Tutte le Idee Umane sono senza Valore
Un Atteggiamento Ascetico come Volontà verso il Nulla

Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
Il Mondo è Condizionato dall’Idea del suo Stesso Annientamento
(Nego Tutta l’Esistenza)
La Quiete come la Morte
In cui Nulla può Penetrare
In cui Tutto Affonda
Impotente

L’Apocalisse è Finita
Oggi è la Precessione del Neutrale
Di Forme del Neutrale
E di Indifferenza
Tutto ciò che Rimane, è il Fascino
Per Forme Desertiche e Indifferenti
Per la Funzione stessa del Sistema che Ci Annienta
Ora, il Fascino è la Passione Nichilista per Eccellenza
È la Passione Esatta alla Procedura per la Scomparsa
Siamo Affascinati da tutte le Forme di Dissolvimento
Della Nostra Scomparsa
Malinconico e Affascinato
Tale è la Nostra Situazione Generale
In un’Era di Trasparenza Involontaria

Una Verità Restrittiva
La Possibilità di Altri Modi di Essere
La Forza dello Spirito Libero
La Forza dello Spirito Libero
La Forza dello Spirito Libero
La Forza dello Spirito Libero

PLAGA: “LA MAGIA DELL’ENTROPIA STELLARE”

Continuando a rubare il cupo bagliore della vita.
Andiamo! Attraverso sette eoni.
Abbandoniamo la coscienza che ci sta consumando.
Andiamo! Per la caduta di tutti i diritti.
Dobbiamo ingannare, dare via alla devastazione.
Stiamo andando alla guerra, alla giustizia, alla salvezza.

Nemici dell’ordine.
Re del disprezzo.
Architetti dell’abisso.

Ti sto chiamando dai quattro troni
ascolta il mio richiamo, trasforma il mondo in rovina
in una prigione fisica informe
dimensioni in decomposizione lenta
Esplora la natura del tempo e la maledizione dell’entropia
aspettando il giorno della rabbia (aspettando il giorno della rabbia)

I pilastri della creazione si stanno sgretolando,
si sgretolano sotto il loro stesso peso
Guidami dove libertà e schiavitù sono lo stesso stato
Dove muore la legge di causa ed effetto.
Dove la vita e la morte perdono il loro significato.

Magia, la magia dell’entropia stellare!

VASSAFOR : “MAKUTU (CONDANNATO ALLE PROFONDITÀ PIÙ PROFONDE) “

MAKUTU

Prendi e disponi oh Morte
Prendi e disponi su questo uomo
Makutu
Rangahua, tu sei qui
inginocchiati all’interno, sdraiati disteso,

Le mosche soffiano. Le larve strisciano

Lascialo fuori
al posto dei vermi luminosi

Sciami su di lui, o spiriti dal cielo
Sciami su di lui, o spiriti della terra!

Lascialo / gettalo nelle profondità più profonde
verso l’oscurità / per l’eternità
Che la morte possa / lo raccolga
Cogli l’anima / della mia vittima
ridotto al nulla

Barcolla e oscilla, in mezzo al fuoco e al fumo.
afferrato dai demoni, poi rilasciato,
rattrappito …. impotente

Piangi i tuoi padri, implora i tuoi dei!
Lascia che le tue labbra si tirino indietro dai tuoi denti,
Un teschio ghignante di terrore

i tuoi occhi brillano selvaggiamente! Sei gettato nella notte, nella fossa … Spingilo giù, O Rangi [Cielo]! Immergilo nelle profondità, O Papa [Terra]!
Non farlo apparire di nuovo alla luce di questo mondo
L’oscurità della morte ti avvolge! Il sole della vita risplende su di me

Tukua kia mate!
Karakia whakamate
Makutu
Makutu…….

FUNERAL WINDS: “IL SANGUE DEL CAOS”

Il tempio dei dannati – una volta sepolto sotto la sabbia del deserto

Il tempio degli empi – una volta sepolto sotto la pietra di montagna

Il tempio degli illuminati – una volta sepolto nel mare salato

Sono salito in superficie nel mondo

Per annunciare la venuta degli antichi

Agli altari di carne e ossa che formano i pilastri della morte futura

Preghiamo il nostro Signore Kingu

Maestro di guerra e piaghe

La ribellione e l’odio fluttua nelle nostre vene

Che possa risorgere e conferire il suo potere ai suoi discendenti

Per rafforzarci con il suo potere terribile

Per distruggere ciò che non avrebbe mai dovuto prendere

Oh Maestro Kingu

Ascolta i discendenti della tua linea di sangue empia

Siamo l’esercito ribelle che ha spezzato le catene della schiavitù

Il Maestro Kingu si alza ancora una volta

Gli incantesimi che una volta incatenati si sono stati spezzati

Guida ancora una volta il tuo esercito

Perché il tuo sangue fluttua nelle nostre vene

E il nostro spirito per fare la guerra sta aumentando di giorno in giorno